ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » ATTUALITÀ, LETTI PER VOI » “Resta con me”

“Resta con me”

Una grande storia d’amore per Erika Vanzin.

erika-vanzin«[…] È come se in questo momento fossi nata per la seconda volta, come se avessi imparato di nuovo a respirare, aprire gli occhi, vedere un mondo completamente diverso da quello che conoscevo. È un’esplosione di colori, suoni, immagini, sospiri, corpi, pelli sudate che si sfiorano, toccano, allontanano; tutto, in questo momento, è mille volte più potente e potenzialmente devastante per il mio cuore già messo sotto sforzo dall’eccesso di emozioni. Solo adesso mi rendo conto che tutti intorno a me stanno saltando e gridando, compreso il biondino dietro di me. Così inizio anch’io ad andare su e giù a ritmo di musica, urlando, sudando, usando tutto il fiato che i miei polmoni riescono a raccogliere; lo so che per i prossimi giorni la mia voce sarà solo un lontano ricordo ma non importa. Chi se ne frega se sarò ammalata, afona o piena di lividi, Philip mi sta stringendo le braccia attorno al corpo, tutto il resto è assolutamente irrilevante».

Joshua e Philip: sono loro i due protagonisti del romanzo di Erika Vanzin “Resta con me”. Lui, divo del cinema, cantante circondato da fan adoranti, bello come un sogno proibito e con dei fantasmi che si nascondono dietro le sue iridi azzurre; ma non è il bulletto di turno, convinto di avere tutte le donne ai suoi piedi. Un divo con un cuore spezzato e un leggero complesso d’inferiorità che lo rende straordinariamente affascinante grazie al lavoro della Vanzin, che, pagina dopo pagina, lo fa maturare, acquisendo sempre di più una consapevolezza personale: non scappa dai rifiuti, ma, al contrario, ne prende coscienza ed esempio.

Lei, texana con un nome maschile, trapiantata a Londra con un oscuro segreto nascosto agli occhi di tutti, scrittrice di romanzi fantasy, introversa quando si tratta di rivelare se stessa, il so mondo, il suo vero essere, che si nasconde in un giubbino troppo grande e si perde nel suo mondo, trasformando la realtà in un universo fantastico; ed estroversa in un locale affollato, concedendo a tutti un sorriso, facendo amicizia con il mondo che la circonda senza alcuna traccia di imbarazzo. Ironica, spontanea e con una profonda consapevolezza di sé che la rende la perfetta protagonista del ventunesimo secolo che, nonostante abbia da anni una cotta per la bellissima star, riesce a tenerlo sotto scacco senza troppa fatica.

Due caratteri che si incontrano, che si ritrovano grazie alla stessa passione per uno skatepark nel pieno della città inglese, al mattino, deserto e il luogo perfetto per stare da soli e pensare, lontani dalle chiacchiere e dalle luci della ribalta.

Un romanzo al femminile che fa sognare, che a sognare ad occhi aperti le giovani lettrici, dando il sano e giusto esempio di una principessa senza fronzoli ma combattiva con dei sogni da realizzare.

È grazie allo stile, scorrevole e travolgente, che l’autrice cattura l’attenzione dei lettori, che permette di farsi avvolgere dalla storia e di amare i personaggi che, come nei grandi romanzi, sembrano uscire dalle pagine piene d’inchiostro per divenire reali come i propri vicini di casa. Una storia che si matura pagina dopo pagina, che non è il cliché della storia sconclusionata e accelerata, ma che si prende il suo tempo, che matura pagina dopo pagina, senza lasciarsi travolgere dall’idea dall’amore predestinato ma che si coltiva, che inizia da una conoscenza, fatta di sguardi e social, fino a diventare un grande storia d’amore.