ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » ATTUALITÀ, COMUNI » “Religioni, Diritti ed Economie nello spazio mediterraneo”

“Religioni, Diritti ed Economie nello spazio mediterraneo”

30 ottobre, ore 9.00 Aula Magna dell’Università dell’Insubria, via S. Abbondio, Como

chiostroUNIVERSITA’ DEGLI STUDI DELL’INSUBRIA

Convegno annuale del Centro di ricerca
“Religioni, Diritti ed Economie nello spazio mediterraneo” (REDESM)

Dichiarazione di Marrakech, religioni e cittadinanze plurali:
riflessioni tra le due sponde del Mediterraneo

Sarà dedicato a “Dichiarazione di Marrakech, religioni e cittadinanze plurali: riflessioni tra le due sponde del Mediterraneo” il convegno annuale del Centro di ricerca “Religioni, Diritti ed Economie nello spazio mediterraneo” (REDESM) dell’Università degli Studi dell’Insubria sede di Como, che si terrà lunedì 30 ottobre a partire dalle 9 presso l’Aula Magna dell’Università dell’Insubria in Via S. Abbondio a Como.

Il convegno, organizzato d’intesa con la Confederazione Islamica Italiana e con la Federazione Islamica della Lombardia, intende trattare la questione della cittadinanza e della libertà religiosa nelle società plurali, una tematica centrale per la contemporaneità.

La Dichiarazione di Marrakech tocca, infatti, degli argomenti che sono centrali per l’Europa e per tutto il Nord Africa – dopo le Primavere arabe – e rende protagonista la presenza, in Italia e nel territorio insubre, delle comunità musulmane e, soprattutto, di quelle di origine marocchina che costituiscono circa il 40% dei fedeli dell’islam in Italia.

Nel corso del convegno si tenterà quindi di rispondere alle sfide della globalizzazione e delle diversità culturali e religiose, partendo da un documento – la Dichiarazione di Marrakech appunto – che ha ragionato su tale tematica e cerca di riformare e di portare un nuovo sguardo alla tradizione musulmana. La giornata si strutturerà in quattro momenti dedicati, rispettivamente, alla cittadinanza, alla convivenza delle religioni, alla teologia mussulmana odierna, ai giovani e cittadinanze.

Aiuteranno nella riflessione relatori di fama internazionale del mondo scientifico e politico: Giuliano Amato (Corte Costituzionale), Jeremy Gunn (Université Internationale de Rabat), Paolo Naso (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”) e Mohamed Moaquit (Université Hassan II – Casablanca), Massimo Campanini (Università degli Studi di Trento), Tareq Oubrou (Imam di Bordeaux), Annalisa Frisina (Università degli Studi di Padova), Khalid Hajji (Segretario generale del Consiglio Europeo degli Ulema Marocchini), l’On. Milena Santerini, Paolo Branca (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano – REDESM), Ihsan Boulahrajane (Federazione Islamica della Lombardia), Abdelaati Derkaoui (Federazione Islamica della Lombardia) e l’On. Khalid Chaouki.

Interverranno anche Alberto Coen Porisini, Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria, Anna Nardini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Hassan Abouyoub, Ambasciatore in Italia del Regno del Marocco, Bouzekri Raihani Console del Regno del Marocco a Milano, Mustapha Hajraoui della Confederazione Islamica Italiana, Hamid Khartaoui della Federazione Islamica della Lombardia e Barbara Pozzo, Direttrice del Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell’Università degli Studi dell’Insubria.

La partecipazione è libera e gratuita ma è necessario registrarsi compilando una scheda di adesione al link http://www4.uninsubria.it/on-line/home/naviga-per-tema/ricerca-scientifica/centri-di-ricerca/centro-di-ricerca-religioni-diritti-ed-economie-nello-spazio-mediterraneo-redesm/articolo10868.html <http://www4.uninsubria.it/on-line/home/naviga-per-tema/ricerca-scientifica/centri-di-ricerca/centro-di-ricerca-religioni-diritti-ed-economie-nello-spazio-mediterraneo-redesm/articolo10868.html>