ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » ATTUALITÀ » Puliamo il mondo 2017: per sostenere il mondo non serve essere un mito

Puliamo il mondo 2017: per sostenere il mondo non serve essere un mito

Sabato 23 settembre nei giardini di Mazzo e Passirana si sono ritrovati tanti volontari per un evento di impegno civico nei confronti dell’ambiente.

partenzaSabato 23 settembre dalle ore 9.00 il circolo di Legambiente in collaborazione con il Comune di Rho ha organizzato una giornata di pulizia dei giardini di Mazzo e Passirana nell’ambito dell’iniziativa storica Puliamo il Mondo.

Due gruppi di cittadini si sono ritrovati rispettivamente in via Nazario Sauro a Mazzo nei pressi della Casa dell’acqua con l’assessore a Ecologia, ambiente e verde pubblico Gianluigi Forloni e in via Casati nei pressi della Chiesa a Passirana con l’Assessore ai Servizi Socio Assistenziali Nicola Violante.

Oltre una cinquantina di partecipanti ha condiviso una mattinata intensa di impegno civico, ripulendo gli spazi verdi nelle due frazioni. Alla fine della mattinata sono stati raccolti numerosi sacchi di materiale. A conclusione tutti i partecipanti si sono ritrovati al Centro Civico di Passirana per l’aperitivo preparato dal Gruppo Anziani della frazione e offerto da Legambiente.

Puliamo il Mondo è un’iniziativa importante, perché si pone l’obiettivo di sensibilizzare soprattutto i più giovani al rispetto dell’ambiente.- commenta Gianluigi Forloni, Assessore a  Ecologia, ambiente e verde pubblico – Inoltre la partecipazione è rivolta ad attività pratiche e manuali, che mettono in diretto contatto l’ambiente e le persone. Con una maggiore attenzione di tutti e con gesti quotidiani avremmo un territorio più pulito e fruibile con una ricaduta positiva sulla nostra qualità della vita.”

Puliamo il mondo è arrivato al 25° anniversario. Da un quarto di secolo, ogni anno volontari di tutta Italia coordinati da Legambiente si danno appuntamento l’ultimo fine settimana di settembre per ripulire spazi pubblici dai rifiuti abbandonati. Con guanti, rastrelli, ramazze e sacconi ci si ritrova in piazze, strade, parchi urbani, lungo gli argini dei fiumi o delle strade statali, negli spazi “di nessuno” delle periferie. Giovani, anziani, italiani e non, amministrazioni locali, imprese, scuole, uniti da un unico obiettivo: rendere più vivibile e più bello il territorio in cui viviamo.

Puliamo il mondo 2017 è realizzato con il patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, di UPI (Unione Province Italiane), Federparchi, Borghi Autentici d’Italia e UNEP (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite).

È l’edizione italiana di Clean up the world, il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale che, nato a Sydney nel 1989, coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. Dal 1993 Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia e dal 1995 si avvale della preziosa collaborazione della Rai.