ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » COMUNI, Rho » Open Fiber a Rho

Open Fiber a Rho

PRESTO L’FTHH ARRIVERÀ NELLE CASE DEI CITTADINI.

fibraLa società investirà 6 milioni di euro per cablare quasi 22mila unità immobiliari. A giugno al via i lavori

Open Fiber ha siglato con il Comune di Rho una convenzione per la realizzazione di un’infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica, in modalità FTTH (Fiber To The Home), fibra fino a casa. Il piano, illustrato ieri sera a Rho alla presenza dell’Assessore alla Smart City, Gianluigi Forloni, e del Regional Manager Lombardia di Open Fiber, Antonio Chiesa, prevede un investimento diretto di circa 6 milioni di euro per raggiungere, tra famiglie e imprese, circa 22mila unità immobiliari.

La rete a prova di futuro, attraverso 251 km di cavi in fibra, consentirà ai rhodensi di navigare ad una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, assicurando così il massimo delle performance.

“Il progetto presentato da Open Fiber – ha spiegato l’Assessore Forlonici è sembrato subito molto interessante e abbiamo quindi deciso di cogliere quest’opportunità, perché la banda ultra larga è fondamentale per sostenere la digitalizzazione dei servizi comunali. Inoltre la rete ultraveloce di Open Fiber – ha concluso Forloni – è il punto di partenza per tante iniziative che vogliono fare di Rho una vera Smart City”.

La convenzione siglata con il Comune di Rho stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013.

“Con l’Amministrazione Comunale di Rho c’è un’ottima sinergia – ha sottolineato Antonio Chiesa – e siamo soddisfatti di aprire i cantieri anche qui. Ove possibile, Open Fiber utilizzerà cavidotti e infrastrutture di rete già esistenti, e comunque le attività di scavo saranno effettuate privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale per ridurre al minimo i disagi per i cittadini. I lavori inizieranno a giugno e proseguiranno al massimo per 18 mesi. Ci auguriamo di instaurare un rapporto di proficua collaborazione anche con gli amministratori di condominio, affinché il piano non subisca rallentamenti”.