ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » COMUNI, Rho » Nasce il primo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze

Nasce il primo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze

L’insediamento dei 30 eletti è avvenuto presso la Sala del Consiglio Comunale.

consiglio_comunale_ragazziQuesta mattina si è insediato il primo Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) formato da 30 ragazze e ragazzi. La cerimonia è avvenuta presso il palazzo comunale, naturalmente nella Sala del Consiglio, alla presenza del Sindaco di Rho Pietro Romano, del Presidente del Consiglio Vittorio Isidoro, l’Assessora alla Scuola e istruzione Valentina Giro, che ha seguito il progetto, e gli Assessori Andrea Orlandi, Sabina Tavecchia e Maria Rita Vergani.

Le novità non sono finite! Con il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) nasce anche la nuova proposta di partecipazione attiva dell’Amministrazione: il Bilancio Partecipativo Junior. La nuova versione di Dirò la mia prevede un budget di 100.000 euro per rispondere ai progetti fattibili presentati dai ragazzi.

Il cerimoniale ha previsto i saluti di benvenuto del Sindaco Romano e dell’Assessora Giro, la presentazione e l’investitura dei singoli consiglieri con nome cognome e scuola di provenienza.

I consiglieri di alcune scuole hanno presentato in questa sede alcune proposte, che saranno successivamente approfondite: rendere gratuiti gli scuolabus, migliorare le piste ciclabili, attrezzare con tablet e pc le aule scolastiche, creare degli spazi per i giovani adibiti a laboratorio e a centro d’incontro nel tempo libero, coltivare lo spazio verde della scuola e creare dei burattini per organizzare degli spettacoli rivolti ai più piccoli.

L’incontro si è concluso con la firma sul Registro ufficiale delle Visite, un ulteriore momento ufficiale per il ricordo di questo importante momento.

Il Sindaco di Rho Pietro Romano dichiara: “Tengo particolarmente ai progetti, che coinvolgono i più giovani. Normalmente noi adulti decidiamo senza ascoltare le richieste e le esigenze dei ragazzi. E’ giusto invece dare loro spazio e opportunità per esprimere le proprie idee e imparare a motivarle, rendendosi conto della reale fattibilità, dei costi e dell’attività da sviluppare per convincere gli altri nella bontà della proprio proposta cercando di rispondere ai bisogni di una collettività. Mi complimento con i nuovi consiglieri, sono sicuro che sapranno stupirci positivamente con la loro creatività e nello stesso tempo concretezza”.

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi nasce con l’obiettivo di coinvolgere i giovani cittadini nella partecipazione alla vita pubblica – afferma l’Assessora alla Scuola e Istruzione Valentina Giro – E’ una forma piacevole e divertente per stimolare e sperimentare formule di cittadinanza attiva già in giovane età. Ringrazio i dirigenti scolastici e le scuole per il supporto offerto nella buona riuscita delle attività e lascio spazio ai consiglieri per i loro progetti!.”

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi/e (CCR) è un consiglio comunale formato da un gruppo di bambini e ragazzi, eletti dai compagni di scuola, che si occupano dei problemi della propria città e della propria scuola per migliorarle.

Tutte le scuole secondarie di I grado della città sono state coinvolte per la prima volta in questo grande progetto di cittadinanza attiva invitando le ragazze e i ragazzi a candidarsi e impegnarsi per la propria scuola e la propria città.

Sono state organizzate delle elezioni regolari, dove in modo spontaneo si sono candidati i ragazzi che hanno risposto positivamente a questi requisiti:

  1.  Avere una piccola idea per migliorare la città o la mia scuola
  2.  Aver tempo, in caso di vittoria, di partecipare alle assemblee del CCR che saranno 1 o 2 volte al mese in giorno da stabilire in base alle esigenze di tutti gli eletti, in orario pomeridiano extra scolastico
  3. Ma soprattutto.. si deve saper diventare portavoce di tutti i compagni di scuola!

Sono state coinvolte  le prime e seconde classi della scuola secondaria di 1° grado statali e paritarie operanti nel territorio comunale, quindi gli Istituti Comprensivi “A.Frank”, “F. De André”, “E. Franceschini”, “T. Grossi”, e le scuole paritarie “San Carlo” e “Paolo VI”.

Ecco i nomi del 30 consiglieri:

ISTITUTO CLASSE COGNOME NOME
1 T.Grossi 2E Albrici Miriam
2 T.Grossi 2D Crippa Gaia
3 T.Grossi 2D Borgo Martina
4 T.Grossi 2E Marchetta Luca
5 A.Manzoni 2C Raccioppo Angela
6 A.Manzoni 2C Maccanico Allegra
7 A.Manzoni 2A Di Corcia Giulia
8 A.Manzoni 2A Drago Gaia
9 A.Manzoni 2B Montesano Alice
10 A.Manzoni 2B Manabile Sofia
11 S.Di Giacomo 2B Gruosso Cristian
12 S.Di Giacomo 1B Salvatori Alice
13 B.D’Este 1G Qadura Tamer
14 B.D’Este 2F Stringari Matteo
15 via Tevere 2B Pastò Davide
16 via Tevere 2B Cerullo Mattia
17 via Tevere 1A Marcellino Andrea
18 via Tevere 2A Albanese Nicolò
19 Terrazzano 1F Bindi Edoardo
20 Terrazzano 2D Visentin Michele
21 Terrazzano 1D Moglia Chiara
22 Terrazzano 1E Armellini Alessandra
23 S.Carlo 1A Re Leonardo
24 S.Carlo 1B Marrano Sara
25 S.Carlo 2A Cobelli Filippo
26 S.Carlo 2B Volpi Alessandro
27 Paolo VI 1A Pagani Elena
28 Paolo VI 1A Bruno Silvester Luigi
29 Paolo VI 1B Carpanelli Pietro
30 Paolo VI 1B Trotta Sofia