ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » COMUNI, Rho » “Libertà di pensiero, diritto alla conoscenza e di scegliere con consapevolezza”

“Libertà di pensiero, diritto alla conoscenza e di scegliere con consapevolezza”

Promuovere e realizzare la relazione di cura e di fiducia tra paziente e medico. Al centro di un convegno organizzato dall’ASST Rhodense.

“Tutelare il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione della persona stabilendo che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge”.

È questo il principio della Legge 219 del 22 dicembre 2017 che promuove e valorizza la relazione di cura e di fiducia tra paziente e medico basandosi sul consenso informato nel quale si incontrano l’autonomia decisionale del paziente e la competenza, l’autonomia professionale e la responsabilità del medico.

È da qui che scaturisce l’importante incontro “Consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento. L’importanza di giocare d’anticipo” che si svolgerà il 6 giugno presso l’auditorium dell’ospedale di Garbagnate. Organizzato dall’ASST Rhodense in collaborazione con “Presenza Amica” onlus, l’incontro approfondirà, grazie alla presenza di specialisti che operano quotidianamente nell’ambito delle cure palliative, gli aspetti legali, deontologici e medico assistenziali correlati alla legge e alla loro applicazione. Dai lavori, il cui direttore scientifico è Furio Zucco, medico anestesista-rianimatore, presidente di Presenza Amica e di Scienze and Terapy, si cercherà anche di far scaturire una riflessione collettiva sul diritto all’informazione e alla scelta. “Libertà di pensiero, diritto alla conoscenza, diritto di scegliere con consapevolezza, questi pensieri alla base delle riflessioni proposte da questo interessante convegno” dice Ida Ramponi, Direttore Generale ASST Rhodense, “per un momento della vita che ciascuno deve pensare di poter affrontare affidandosi con fiducia, sapendo di poter essere ascoltato”.