ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » ATTUALITÀ, COMUNI, Rho » L’Auditorium “Padre Reina” si rifà il look!

L’Auditorium “Padre Reina” si rifà il look!

A breve l’inizio dei lavori per ristrutturare servizi igienici e poltrone.

L’Auditorium “Padre Reina” si rifà il look!
A breve l’inizio dei lavori per ristrutturare servizi igienici e poltrone.
Rho, 5 febbraio 2017

auditoriumL’Amministrazione comunale ha deciso di intraprendere una serie di interventi presso l’Auditorium “Padre Reina”, più familiarmente conosciuto come l’Auditorium di via Meda, per rendere maggiormente fruibile questo spazio polifunzionale, dove vengono svolte molteplici attività in ambito culturale e sociale.

I lavori riguardano i servizi igienici adiacenti l’ingresso dell’Auditorium e le poltroncine della Sala Rossa.
Nei prossimi giorni inizierà l’intervento riguardante i servizi igienici, che necessitano urgentemente di ristrutturazione dell’intero blocco.

Contestualmente le poltrone della Sala Rossa, ormai usurate e danneggiate, saranno sostituite attraverso un intervento di rigenerazione delle stesse poltrone: questo processo rappresenta una modalità economicamente più vantaggiosa rispetto alla sostituzione, in quanto si recuperano e si riciclano le strutture esistenti e nel contempo si riduce la produzione di rifiuti.

L’assessore ai Lavori Pubblici, Maria Rita Vergani, commenta:
“Insieme a Villa Burba, l’auditorium di via Meda rappresenta il cuore delle attività culturali e associative, oltre che essere il front office di molti servizi. E’ necessario procedere con lavori di manutenzione per rendere questo spazio più funzionale e decoroso. Per le poltrone è stato scelto il processo di rigenerazione, una scelta meno onerosa e più ecologica: le file di poltrone saranno tolte e sostituite, per essere sistemate e poi riposizionate, in quattro fasi, in modo da garantire il pieno utilizzo della sala. I bagni saranno completamente rinnovati e troverà collocazione anche un fasciatoio per i bambini. La decisione di procedere con questi lavori non è in contraddizione con la realizzazione del nuovo Teatro, perché l’auditorium rimarrà comunque a disposizione dei cittadini e delle associazioni.”