ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » ATTUALITÀ, SPETTACOLI / EVENTI » “Il Bello” e “Il Buono” abitano a Codevilla

collezione-rossi“Il rischio? Non voler più andare via…”

Con questo slogan, Codevilla si prepara ad accogliere amici e visitatori in un evento che si terrà nel prossimo weekend.

Il 23 e il 24 giugno la Pro Loco di Codevilla apre le porte del piccolo paese oltrepadano per un evento senza precedenti: “Il bello e il buono di Codevilla”.

L’evento è realizzato in collaborazione con il Comune di Codevilla ed è patrocinato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Nell’occasione verranno aperte, in via straordinaria, le principali attrazioni culturali del paese, che saranno accompagnate dai piatti tipici della gastronomia locale e dai vini, la bandiera di Codevilla. Che può contare su vere e proprie eccellenze del settore, capaci di esportare i propri prodotti in tutto il mondo.

La Pro Loco allestirà un InfoPoint nella piazza del paese per la distribuzione di materiale informativo e per fornire qualunque tipo di assistenza ai visitatori.

Il bello” sono quei tesori artistici e naturalistici che si trovano nascosti là dove non ce lo si aspetta, ovvero a pochi minuti di distanza dalle nostre case e dai luoghi di lavoro.

E in quanto a bello, la Pro Loco di Codevilla ha deciso di mettere in campo dei veri e propri pezzi da novanta: Casa Lodi, la Quadreria Rossi e il Santuario di Pontazzo.

  • Casa Lodi è una dimora di campagna particolarmente ben conservata, circondata da un romantico giardino, dove tutto parla di ‘800/’900 e il tempo piacevolmente rallenta. Al piano terra una sorta di wunderkammer diffusa: protagonisti sono l’arte, la storia e il collezionismo curioso.
  • La Quadreria Rossi contiene le collezioni artistiche di Madia Maddalena Rossi, parlamentare e membro della Costituente, nativa di Codevilla. Fu collezionista d’arte e amica personale di importanti pittori e scultori. Lasciò i suoi quadri e alcune sculture al Comune di Codevilla, che li espone in una sala situata presso il Palazzo Comunale. La collezione contiene circa 45 opere, con nomi altisonanti come Renato Guttuso, Aligi Sassu, Afro Basaldella, Mimmo Rotella, Carlo Carrà e altri.
  • Il Santuario della Madonna di Pontazzo si trova incastonato in un piccolissimo e pittoresco villaggio, raggiungibile da un’unica strada solo di recente rimessa in condizioni di transitabilità. Ospita al suo interno alcuni affreschi del Trecento, riconducibili alla stessa mano che decorò l’Abbazia di Sant’Alberto di Butrio. Una testimonianza importantissima dell’arte sacra di quel periodo, semisconosciuta ai più. Secondo la leggenda, fu fondata grazie al voto di un condottiero di nome Azzo che, perdutosi nei boschi circostanti, ritrovò la strada di casa grazie all’intervento soprannaturale della Madonna. Viene aperta soltanto due volte all’anno per le celebrazioni liturgiche: la visita guidata che verrà proposta sarà, dunque, un’occasione rarissima per apprezzarla.
  • Per chi volesse sfruttare l’occasione di una giornata a Codevilla anche per una riflessione su temi più impegnativi ed importanti, la Pro Loco mette a disposizione, inoltre, una guida ragionata ai murales che alcuni writers hanno realizzato nelle vie del paese in occasione della mostra “Senzatomica” del 2016. Il percorso può essere svolto in autonomia.

 

Ma “bello” è anche il paesaggio, con la sua flora e la sua fauna, le caratteristiche geologiche e mille altre sorprese. Per questo sono state inserite nel programma della “due giorni” anche alcune passeggiate naturalistiche alla scoperta del territorio.

  • Una volta, infatti, tutto questo territorio era coperto dal mare. E qualcosa è rimasto, ancora oggi, sotto gli occhi di tutti. Queste tracce di un passato remotissimo saranno approfondite grazie a “Volo di rondine”, un’associazione di Codevilla che si occupa di ricerca su fauna e flora dell’Oltrepò Pavese e di raccontare il territorio direttamente dai suoi sentieri, per valorizzarlo e favorirne la scoperta. L’organizzazione offre ai partecipanti una vera “esplorazione” perché fatta appositamente con calma, per dedicarsi all’osservazione della natura e per sentirsi a proprio agio in essa. La passeggiata è adatta a tutti; per gli appassionati di trekking è previsto un percorso più lungo e ancora più affascinante.
  • Interverrà alla manifestazione anche l’Ecomuseo della Prima Collina, e lo farà con una “passeggiata raccontata”, con la partecipazione del prof. Gian Battista Ricci. Sarà un “andare e pensare”, un far parola e pensiero accanto al cammino”, che presenterà un’altra modalità, più serena ed attenta, di vivere anche gli spazi urbani.

 

L’evento vede la collaborazione di tutti i ristoratori di Codevilla, che proporranno, per le due giornate, un menu convenzionato al prezzo di 18 euro. Le attività che aderiscono all’iniziativa sono: Bar Da Lucio, Piccolo Bar, Griglieria Dal Griis, La Cantina delle Merende by CasariniVini, La Nuova Fornace.

Le cantine aperte durante la giornata sono: Montelio, Torrevilla, CasariniVini.

“Il buono” di Codevilla sarà dunque in grado di accogliere un gran numero di persone, con competenza e cordialità.

Il Presidente della Pro Loco di Codevilla, Gianni Bruno, dichiara: “Siamo partiti dall’idea che Codevilla potesse aprirsi al pubblico come un ‘cozy village’, un villaggio accogliente, vocato all’accoglienza. Ed è proprio quello che faremo il 23 e il 24 giugno. Accoglieremo i nostri ospiti come li accoglieremmo a casa nostra, mettendo in mostra tutto il meglio che abbiamo da offrire: bellezze artistiche, naturalistiche, tipicità gastronomiche e vini di grandissima qualità.”

“La varietà e la qualità dell’offerta”, prosegue Bruno, “sorprende perfino noi: abbiamo tanti tesori a due passi da casa, e molto spesso non ce ne accorgiamo”. Questa volta lo abbiamo fatto, e desideriamo renderne partecipi più persone possibili”.

Il programma della manifestazione, con gli orari delle aperture al pubblico, è disponibile sulla pagina Facebook ufficiale: fb.com/prolococodevilla.

Per informazioni è possibile chiamare il numero 333/1609534 oppure scrivere una mail all’indirizzo prolococodevilla@gmail.com.