ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » COMUNI, Rho » Finanziato il progetto di videosorveglianza per la sicurezza urbana a Rho

Finanziato il progetto di videosorveglianza per la sicurezza urbana a Rho

L’Amministrazione comunale sviluppa la sicurezza urbana per prevenire e contenere fenomeni di disagio sociale, disagio urbano e inciviltà.

comune-rhoGrazie al progetto presentato dall’Amministrazione Comunale, Rho riceve il finanziamento regionale per il potenziamento dell’ apparato di videosorveglianza e quindi per migliorare la sicurezza cittadina.

Regione Lombardia ha assegnato a Rho il massimo dei fondi a disposizione, 40mila euro, nel bando per la videosorveglianza a fronte di una spesa complessiva del progetto di € 75.000,00, di cui € 35.000,00 costituiscono la quota di cofinanziamento in capo al Comune di Rho.

Su 381 domande pervenute a Palazzo Lombardia, ne sono state accolte 67, di cui 24 (su 273) per singoli Comuni e 43 (su 108) per enti in forma associata.

Rho è risultata quarta nella graduatoria regionale per i singoli comuni dietro a Desenzano, Voghera e Lodi.

Il Sindaco di Rho Pietro Romano commenta: “Esprimo la mia soddisfazione per questo ulteriore finanziamento che siamo riusciti ad aggiudicarci. La sicurezza dei cittadini rappresenta una delle priorità dell’azione amministrativa, intendendosi con essa oltre alla sicurezza pubblica, anche la sicurezza urbana e la sicurezza sociale.  Il riconoscimento del finanziamento regionale permetterà di migliorare la sicurezza della città attraverso strumenti reali come la video sorveglianza, utili per il controllo del territorio. L’Amministrazione intende rafforzare, in collaborazione con le forze dell’Ordine, le azioni di prevenzione e di contrasto a tutte le forme di illegalità anche attraverso questi sistemi. Diversi sono i bandi ai quali abbiamo partecipato negli anni, anche uno ministeriale in merito al quale stiamo aspettando i risultati.”

Tra gli obiettivi prioritari del progetto sono stati individuati l’installazione e/o il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza comunali in varie zone del territorio comunale maggiormente interessate da situazioni di degrado e di illegalità.

L’opportunità di realizzare un sistema di videosorveglianza di spazi pubblici consente la registrazione di scenari atti a supportare le forze di polizia nell’attività di prevenzione e contrasto delle illegalità, soprattutto per soddisfare l’esigenza dei cittadini di una più diffusa ed efficace salvaguardia dei beni pubblici e privati e di ripristino delle condizioni di sicurezza.

Un passo decisivo per lavorare a favore della maggiore sicurezza è stato la sottoscrizione del Patto per l’attuazione della sicurezza urbana da parte del Sindaco di Rho Pietro Romano con la Prefettura di Milano a giungo 2018. L’accordo, redatto sulla base della legge n. 48 del 2017, punta a migliorare la qualità della vita in ambito cittadino, attraverso la prevenzione e il contrasto delle situazioni di illegalità e dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, e favorendo così l’impiego delle Forze di Polizia e la Polizia Locale per far fronte ad esigenze straordinarie del territorio, sempre nel rispetto delle reciproche competenze.

L’Amministrazione comunale ha individuato le aree del territorio comunale, tutte di proprietà pubblica, in cui ritiene più necessario, rispetto ad altre, effettuare il monitoraggio, pertanto ha ritenuto necessario video-sorvegliare le aree di seguito elencate, che risultano più sensibili:

1. Area del centro urbano comprensivo della zona storica e periferica
all’interno della quale sono presenti oltre agli uffici amministrativi, banche, scuole, attività commerciali e mercato settimanale, monumenti di interesse storico, artistico, architettonico e di culto, attività libero professionali, imprenditoriali ed artigianali e stazione ferroviaria:

• Piazza Visconti
• Piazza San Vittore

2. Controllo del flusso veicolare in ingresso ed in uscite su alcune delle vie principali
Il Comune di Rho, situato nell’area nord-ovest di Milano e attraversata da molteplici arterie stradali del tipo: Autostradale, Tangenziale, Statale e Provinciale, tale condizione giustifica la necessità di implementare impianti di videosorveglianza che consentono il monitoraggio del flusso veicolare in ingresso ed in uscita dalla città. In particolare Corso Europa /Rotatoria Barbaiana

Naturalmente i fondi serviranno anche a definire il sistema di gestione dati e la manutenzione del sistema di videosorveglianza.