ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » CINEMA, COMUNI, Milano » Festival Piccolo Grande Cinema 2018 – Eventi di chiusura

Festival Piccolo Grande Cinema 2018 – Eventi di chiusura

Fino al 10 novembre 2018 a Milano si svolge l’undicesima edizione di Piccolo Grande Cinema, il Festival Internazionale delle Nuove Generazioni ideato, curato e realizzato da Fondazione Cineteca Italiana.

p-18 novembre * Utøya 22. juli
In anteprima il film sulla strage che ha sconvolta la Norvegia

9 novembre * Rapporto Cinema 2018
La presentazione del volume “Rapporto Cinema 2018” (Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo)

9 novembre * La fuga di Sandra Vannucchi
con Donatella Finocchiaro (premio Fice 2018) e Filippo Nigro, candidato all’Efa Young Audience Award.

10 novembre * Pinocchio Elettronico & Sangria
Performance elettronica live del Gruppo di Alicante Miclono sul film restaurato Pinocchio di Antamoro (1911)

Anteprima
Utøya 22. juli di Erik Poppe (2018)
Giovedì 8 novembre ore 21 Cinema Spazio Oberdan
Il film norvegese che ha scosso il Festival di Berlino raccontando la strage di Utøya, avvenuta il 22 luglio del 2011. Fu l’atto più violento avvenuto in Norvegia dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Un’opera sconvolgente, una grande prova di regia capace di rappresentare con forza e lucidità sul grande schermo una delle pagine più oscure della recente storia europea. Il film è stato realizzato seguendo le testimonianze dirette di alcuni dei sopravvissuti.
Erik Poppe, uno dei maggiori autori scandinavi contemporanei, dà un taglio particolare al film, puntando tutto su un estremo realismo che parte dalla scelta di far recitare quasi tutti giovani attori esordienti non professionisti e di girare tutto con camera a mano. Per tutto il film restiamo incollati a Kaja (la bravissima Andrea Berntzen), ragazza che cercherà di sopravvivere dopo che che si è scatenato l’inferno, tra corse nei boschi e tentativi vani di ritrovare la sorella Emilie.
Ingresso intero € 5 / Gratuito con Cinetessera o per ragazzi dai 16 ai 19 anni.

Riflessioni sul cinema e il pubblico giovane

Progetto Giovani & Cinema
Giovedì 8 novembre ore 16.30 * Cinema Spazio Oberdan
Presentazione del progetto “Giovani & Cinema” incentrato sui temi del disagio giovanile, a cura di Medicinema Italia Onlus in collaborazione con Cuore e Parole e Fondazione Cineteca Italiana.
Medicinema Italia Onlus, dopo le positive esperienze di utilizzo della Cineterapia all’interno del Policlinico Gemelli di Roma e dell’Ospedale Niguarda di Milano nell’ambito delle terapie del sollievo, ha deciso di portare sul sociale ed in particolare sui giovani questa esperienza.
Il progetto ha coinvolto 80 ragazzi provenienti da scuole, oratori e CAG, in un percorso di approfondimento sui temi del disagio attraverso il cinema, che ha reso i teenager protagonisti di laboratori finalizzati alla realizzazione di sceneggiature di cortometraggi, presentati in questa occasione. Il Progetto Giovani & Cinema è stato realizzato con la sponsorizzazione di FedEx Express.

Rapporto Cinema 2018
Venerdì 9 novembre ore 18 * Biblioteca di Morando
Presentazione del volume “Rapporto Cinema 2018” (Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo), giunto alla sua nona edizione. Il volume fotografa alcuni aspetti economici della variegata filiera dell’audiovisivo, confermandosi un prezioso strumento di conoscenza per gli addetti ai lavori. Con una sostanziale novità rispetto al passato: focus mirati sui cambiamenti e i fenomeni di maggiore richiamo che hanno interessato il sistema audiovisivo, italiano e internazionale, negli ultimi anni. Il Rapporto offre una disamina approfondita sui trend di consumo e si concentra inoltre sulle trasformazioni in atto dal punto di vista normativo, sulle strategie e sugli inediti spazi di iniziativa aperti dalla novità dei bandi, sugli scenari presenti e prossimi di sviluppo dell’intero settore. Il Rapporto Cinema 2018, rinnovato nella visione complessiva, è dedicato agli spettatori, agli scenari e alla progettazione strategica. Ad aprire il volume sono due approfondite analisi sul pubblico: la prima è una ricerca sui consumi culturali e sulla fruizione da parte dei giovani (20-34 anni) per guardare al futuro del cinema; la seconda è un’indagine pilota sul rapporto fra terza età e cinema, che monitora la presenza in sala della popolazione over 60.
Saranno presenti gli autori Mariagrazia Fanchi (Professore ordinario di Media Studies and Cultural History presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Fabio Introini (Professore associato di Sociologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo). Modera Simone Moraldi (Fondazione Cineteca Italiana).

Ingresso gratuito

Anteprima
La fuga di Sandra Vannucchi (2017)
Venerdì 9 novembre ore 17 al MIC – Museo Interattivo del Cinema e ore 21 al Cinema Spazio Oberdan
“La Fuga”, opera prima della regista Sandra Vannucchi, candidata all’Efa Young Audience Award 2018, vede protagonisti gli attori Donatella Finocchiaro, fresca di Premio FICE 2018 per le sue numerose e significative interpretazioni in film d’essai, Filippo Nigro e la giovane Lisa Ruth Andreozzi, e sarà presto distribuito da Lo Scrittoio.
La regista Sandra Vannucchi sarà presente in sala per un incontro con il pubblico e presentare il film.
“La Fuga” racconta la storia di Silvia, una ragazzina di 11 anni molto determinata, che vive con la madre Giulia, affetta da un grave depressione, e il padre Pietro, un uomo introverso, di poche parole e di tante regole. Silvia soffre molto del rifiuto della madre e della mancanza di attenzione da parte del padre. Dopo l’ennesimo litigio con i genitori per la mancata promessa di portarla a Roma, Silvia capisce che il suo sogno di visitare la capitale non sarà mai esaudito. Decide quindi di scappare e di partire da sola. Sul treno incontra Emina, una ragazzina zingara di tredici anni che, una volta a Roma, la porterà con sé alla scoperta della città.
L’opera – ha spiegato la regista – è ispirata da una storia vera; si basa infatti, in parte, sulla mia esperienza personale. Il mio intento era quello di esplorare il modo in cui una bambina interagisce e tenta di rapportarsi con la profonda sofferenza di una persona amata. Volevo mostrare le emozioni, le reazioni psicologiche e la vita immaginaria di una bambina che soffre per la mancanza di affetto, per quel muro al quale ci si trova di fronte quando una madre soffre di depressione cronica, ma al contempo anche una storia che lasciasse trapelare la speranza di un futuro migliore.
“La Fuga” è stato selezionato per il Concorso “Rivelazioni” del Festival Piccolo Grande Cinema e competerà con cinque inediti lungometraggi italiani indipendenti, opere prime o seconde, che saranno valutate da una giuria popolare.
Ingresso intero € 5 / Gratuito con Cinetessera o per ragazzi dai 16 ai 19 anni.

Cerimonia di premiazione +
Pinocchio Elettronico & Sangria
Sabato 10 novembre ore 21 al Cinema Spazio Oberdan
Grande festa di chiusura di Piccolo Grande Cinema 2018 con la Cerimonia di Premiazione delle tre sezioni di Concorso del Festival, seguita dalla performance “Pinocchio elettronico”, in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Barcellona.
L’insuperabile eroe del Collodi, che ha deliziato l’infanzia della nostra generazione e delizierà le future, rivivrà sul grande schermo nella nuova veste del restauro digitale del laboratorio MicLab di Fondazione Cineteca Italiana.  Lo spettacolo fonde la proiezione del celebre film muto del 1911 “Pinocchio” diretto da Giulio Antamoro nel 1911 con la colonna sonora di musica elettronica sperimentale creata ed eseguita dal vivo da Miclono, un gruppo di Alicante formato da tre musicisti. La proiezione del film rimasterizzato diventa dunque uno spettacolo di grande impatto visivo e sensoriale. A seguire, sangria per tutti i partecipanti.
Prima della performance, Premiazione delle tre sezioni di Concorso del Festival e conferimento del Premio Ubi Banca al vincitore del Concorso di cortometraggi di produzione nazionale “Di che cosa hai paura?”. Oltre cento giovani creativi da tutta Italia hanno raccolto la nostra sfida e si sono cimentati sul tema del festival.
“La vicinanza di UBI Banca al Festival Piccolo Grande Cinema, momento di condivisione e promozione culturale indirizzato alle nuove generazioni, è conseguenza della nostra attenzione alle diverse realtà artistiche e sociali che animano i territori nei quali operiamo” afferma Riccardo Tramezzani, Responsabile della Macro Area Territoriale Milano Emilia Romagna di UBI Banca”. “Mi auguro che questo Festival ottenga tutto il successo che merita e possa avvicinare il più ampio pubblico possibile; sarà sicuramente una occasione utile a far emergere la creatività ed energia positiva proprie di tanti giovani artisti”.
Ingresso intero € 5 / Gratuito con Cinetessera o per ragazzi dai 16 ai 19 anni.

LA PAURA: IL TEMA DEL FESTIVAL
La sensazione di terrore, il malessere fisico, la tentazione, l’urgenza di uscire dalla sala. Poi il piacere di riconoscere il coraggio di una scelta registica audace, di una sceneggiatura perfetta, di un punto di vista nuovo, originale, potente, capace di dar forma a una paura tanto forte quanto contemporanea, che sollecita, scuote e sfocia in coscienza civile.
Si è affacciata così, all’ultimo Festival di Berlino lo scorso febbraio, subito dopo la visione di Utøya 22. juli di Erik Poppe – che abbiamo voluto a tutti i costi inserire nel programma del Festival -, film che ricostruisce il folle attacco terroristico di Anders Breivik al campus dei giovani democratici sull’isola di Utoya, l’idea di scegliere come tema di questa edizione n. 11 di Piccolo Grande Cinema proprio la Paura: in primo luogo dalla sorpresa di incappare in un film d’autore in grado di far provare ancora oggi così tanta paura e insieme dal desiderio di scandagliare, da spettatori ma anche da creativi, questo sentimento in tutte le sue varianti e di scoprire le scelte artistiche e tecniche con cui il cinema ci permette ancora oggi di suscitarlo in modi così potenti.
Da lì, è stato tutto un precipitare. Siamo fatti così in Cineteca: andiamo fino in fondo. E quindi: Paura è stato il tema dei corti girati ai campus estivi 2018 con 100 bambine e bambini e ragazze e ragazzi dai 9 ai 14 anni – li presenteremo in anteprima proprio durante il Festival. Paura è stato il tema della sezione di Concorso di Cortometraggi per giovani filmmaker lanciato nel mese di luglio che proprio durante il Festival giungerà alla sua fase cruciale con l’assegnazione del Premio UbiBanca. Da lì è nata l’idea di aprire il Festival il 31 ottobre con uno strepitoso doppio Piccolo Grande Halloween per grandi (a Spazio Oberdan) e piccoli (al MIC), così come quella di realizzare un Nuovo percorso di Paura con la realtà aumentata nel nostro Archivio Film e di omaggiare l’evergreen Edgar Allan Poe con una rassegna dei migliori film tratti dalle sue opere.
Sembrerà una forzatura ma, a pensarci bene la paura, e il suo rovescio coraggio, si sono anche insinuati nella scelta dei 13 – e questo è un caso, ma che numero! – lungometraggi inediti del Concorso CineCineMondo per le scuole, del Concorso Rivelazioni e di molte delle Anteprime Kids, Junior e Senior che vi invitiamo a scoprire nelle sale della Cineteca per i prossimi 11 giorni.
E un ultimo pensiero lo dedichiamo proprio al Cinema, dalla produzione alla distribuzione all’esercizio, che ultimamente vediamo troppo spaventato, bloccato nelle sue potenzialità espressive e creative – basta sequel please! – dalla Paura di scomparire, di non interessare più, da logiche di chiusura e arroccamento in difesa dal nuovo che avanza. Chissà che Piccolo Grande Cinema Festival con tutto il suo carico di passione, entusiasmo, di giovane pubblico e soprattutto con il suo beniamino portafortuna Tofffsy – il coraggioso folletto ideato dal grande Pierluigi De Mas negli anni Settanta a cui il Festival dedica una Mostra interattiva e un dvd – non gli sia di aiuto per esorcizzarla almeno un po’.
Grazie infine a tutti coloro che rendono possibile Piccolo Grande Cinema e buona Paura a tutti!
Silvia Pareti – Direttrice artistica festival Piccolo Grande Cinema.

INFO
Infoline T 02.87242114 (da lun a ven dalle 10.00 alle 17.00)
M 3475701492 (sabato e domenica)

BIGLIETTI
Ingresso € 5
Salvo diversa indicazione nei singoli eventi, il Festival Piccolo Grande Cinema è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili per:
Possessori di Cinetessera 2019, la tessera annuale delle sale della Cineteca, dal valore di € 10.
Ragazzi dai 16 ai 19 anni previa esibizione documento di identità valido.
Possessori della tessera 2019 Cattivissimo MIC Club, dal valore di € 15.

INDIRIZZI DELLE SALE
CINEMA SPAZIO OBERDAN Viale Vittorio Veneto 2, Milano MM1 Porta Venezia
MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA Viale Fulvio Testi 121, Milano MM5 Bicocca
BIBLIOTECA DEL CINEMA MORANDO Via Tofane 49 sul Naviglio Martesana, Milano, MM1 Turro