ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » CINEMA, COMUNI, Milano » Festival Piccolo Grande Cinema

Festival Piccolo Grande Cinema

11. EDIZIONE 31.10 – 10.11.2018

pAl via dal 31 ottobre al 10 novembre 2018 l’undicesima edizione di Piccolo Grande Cinema, il Festival Internazionale delle Nuove Generazioni. Ideato, curato e realizzato da Fondazione Cineteca Italiana, il festival si svolgerà quest’anno a Milano presso il Cinema Spazio Oberdan, MIC – Museo Interattivo del Cinema, Biblioteca del Cinema Morando Morandini e a Paderno Dugnano presso Area Metropolis 2.0. Undici giorni di anteprime nazionali e internazionali, 3 sezioni di Concorso, incontri con gli autori, momenti di festa, di partecipazione, e di creatività allo stato puro.

PICCOLO GRANDE CINEMA IN BREVE

- 17 anteprime di film tra cui Dililì à Paris, ultima opera di Michel Ocelot e Senza lasciare traccia, il ritorno alla regia dell’americana Debra Granik dopo il successo internazionale di Un gelido inverno.
- Concorso Rivelazioni con sei inediti lungometraggi italiani, opere prime o seconde valutate da una giuria popolare.
- Concorso Cortometraggi con i corti finalisti del bando lanciato dalla Cineteca sul tema della paura.
- Concorso Cinecinemondo con sette anteprime internazionali per ragazzi valutate dalla Giuria Specializzata Scuole.
- La retrospettiva da paura dedicata ad Edgar Allan Poe e la passeggiata notturna a lume di candela tra mesmerismo e catalessi.
- Piccolo Grande Halloween: serata inaugurale del Festival con red carpet e dress code a tema.
- Notte al Museo del Cinema per 20 impavide streghette che dormiranno nel museo scoprendo i suoi magici segreti.
- Piccolo Grande Trailer: la vetrina per i film per ragazzi più attesi in uscita nelle sale italiane.
- Speciale Animazione: alla scoperta di Tofffsy di Pierluigi De Mas.
- Grande Gioco di Harry Potter: un incredibile gioco a squadre con la visione di sequenze e quiz inerenti i libri e i film della saga del celebre maghetto.
- Cinema e Digitale: incontro con Valeria Cagnina, la più giovane Digital Champion d’Italia.
- Concerto di Antonio Zambrini dedicato a Fiorenzo Carpi e performance “Pinocchio Elettrico” del gruppo spagnolo Miclono.
- Incontri e riflessioni sul cinema e sul pubblico giovane.
- Open Day delle Scuole e dei Corsi di Cinema per scoprire le professioni del cinema.

Piccolo Grande Cinema 2018

PICCOLO GRANDE HALLOWEEN

L’XI edizione del Festival si apre mercoledì 31 ottobre al MIC-Museo Interattivo del Cinema con l’esclusiva anteprima del film The Little Witch – La streghetta di Michael Schaerer, l’incredibile storia di una giovane strega ribelle, adattamento cinematografico dell’omonimo libro per bambini che ha ispirato intere generazioni.
Grazie al sostegno del Consolato generale di Svizzera a Milano e alla collaborazione con il magazine Style Piccoli, i bambini si sentiranno delle vere star alla prima cinematografica del film: un vero red carpet con tanto di luci e fotografo stile Hollywood e una truccatrice professionista saranno ad attenderli per una passerella dal dress code dedicato ad Halloween.
Inoltre, grazie alla preziosa collaborazione di Epson, mercoledì 31 ottobre sarà inaugurato il nuovo allestimento dell’Archivio Storico dei Film, che tornerà a far tremare il pubblico con Un Archivio da Paura 2, un percorso multimediale alla scoperta dei film più spaventosi di sempre. Con gli Smarglasses Epson Moverio BT 350 sarà infatti possibile immergersi negli oscuri meandri dell’Archivio, uno spazio sotterraneo di oltre 3.000 mq, che raccoglie il patrimonio filmico della Cineteca Italiana ed è stato reso visitabile con un percorso unico in Europa, dove le pellicole prendono vita grazie alla realtà aumentata della tecnologia Epson.
La serata inaugurale del Festival Piccolo Grande Cinema si concluderà con l’esclusiva Notte al Museo del Cinema, durante la quale venti streghette avranno la possibilità di trascorrere una notte all’interno del Museo scoprendo le sue meraviglie.

Per gli adulti invece, il 31 ottobre Fondazione Cineteca Italiana e Circolo del Gotico, propongono un evento speciale, unico e originale per la notte di Halloween: dalle ore 20.30 presso i Giardini di Porta Venezia si terrà infatti la Passeggiata notturna a lume di candela dedicata a Edgar Allan Poe tra mesmerismo e catalessi, autore a cui la Cineteca dedica un vero e proprio omaggio, proponendo, lungo tutta la durata del Festival, una rassegna di grandi film tratti dalle sue opere.
Un evento culturale di tipo storico-letterario a carattere divulgativo condotto da Jennifer Radulović – storica, saggista e divulgatrice – che racconterà vita e opere del celebre maestro del gotico con approfondimento sulle teorie del mesmerismo e sul fenomeno della catalessi. Un percorso appassionante tra figure inquietanti, paure e atmosfere affascinanti nella suggestione notturna delle candele, scandito da personaggi straordinari in un viaggio nel XIX secolo tra storia, scienza e letteratura. A seguire, presso il Cinema Spazio Oberdan di Milano, i partecipanti potranno assistere, verso le ore 23, alla proiezione del film La caduta della casa Usher di Jean Epstein, tratto dal racconto omonimo di Edgar Allan Poe. Le atmosfere claustrofobiche e allucinate delle sue pagine diventano immagini espressioniste, create grazie alla grande figura di teorico e di cineasta del regista Jean Epstein, che si avvalse come aiuto regista dell’allora ventottenne Luis Buñuel. La proiezione sarà accompagnata dal vivo al pianoforte dalla compositrice Francesca Badalini.

LE ANTEPRIME DEL FESTIVAL

Per i bambini
Dililì à Paris ultima opera di Michel Ocelot, regista e animatore francese che ha trovato rinomanza mondiale proprio 20 anni fa con il film Kirikù e la strega Karabà. Presentato con successo al festival di San Sebastian e in questi giorni alla festa del cinema di Roma, il film è una delizia per gli occhi, un’avventura nella Parigi della Belle Epoque.
Supa Modo di Likarion Wainaina, film vincitore della menzione speciale della Sezione Generation alla Berlinale 2018. Un film di supereroi come nessun altro, che segue una bambina keniota di nome Jo, che prende il volo dalla dura realtà della sua malattia fuggendo in un mondo fantastico di sua creazione.
The Little Witch – La streghetta di Michael Schaerer, l’incredibile storia di una giovane strega ribelle, adattamento cinematografico dell’omonimo libro per bambini che ha ispirato intere generazioni.
Gordon & Paddy di Linda Hambäck, film presentato all’ultima Berlinale nella sezione Generation, tratto dal libro dello scrittore svedese Ulf Nilsson. Una storia di coraggio raccontata dal punto di vista di una rana e un topo poliziotti, un lungometraggio d’animazione ad altezza bambino.
Zoo – Un’amicizia extra large di Colin McIvor e interpretato dal bravissimo Toby Jones, tratto da una storia realmente accaduta, il film racconta l’elettrizzante avventura di un gruppo di bambini che decide di salvare un elefantino dagli attacchi aerei del 1941 in Irlanda.

Per ragazzi e adulti
U-July 22 di Erik Poppe, il film norvegese che ha scosso il Festival di Berlino raccontando la strage di Utøya, avvenuta il 22 luglio del 2011. Fu l’atto più violento avvenuto in Norvegia dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Un’opera sconvolgente, una grande prova di regia capace di rappresentare con forza e lucidità sul grande schermo una delle pagine più oscure della recente storia europea.
Senza lasciare traccia il ritorno alla regia dell’americana Debra Granik dopo il successo internazionale di Un gelido inverno. Presentato a Cannes alla Quinzaine des Réalisateurs 2018, è un’opera interpretata magistralmente da Ben Foster e dalla giovanissima Thomasin McKenzie, che racconta di un padre e una figlia che vivono a contatto con la natura nel vasto parco ai margini di Portland ma che saranno costretti a cambiare vita. Un Captain Fantastic ancora più scarno ed emozionante.
The Prayer di Cédric Kahn, presentato all’ultima Berlinale, il cui protagonista esordiente Anthony Bajon ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile. Una storia ispirata alle inchieste di un giovane scrittore, che si è documentato a fondo sulle esperienze religiose intraprese a scopo curativo da giovani tossicodipendenti nella provincia francese.
A Polar Year di Samuel Collardey, il film che nasce dalla storia vera di un villaggio che lottava ogni anno per trattenere il nuovo insegnante, poiché nessuno resisteva più di un anno scolastico alle difficili condizioni di vita. Un’immersione senza precedenti in un “anno polare” che farà sognare, ridere e piangere, nel cuore del Polo Nord.
The Silent Revolution del tedesco Lars Kraume, presentato all’ultima Berlinale, è il racconto storico sconvolgente e intelligente sulla resistenza dei liceali della Germania dell’Est nel 1956.

Ospite speciale del Festival sarà l’attore e regista Paolo Ruffini, che presenterà in sala il suo ultimo film Up & Down – Un film normale, un’indagine sulla normalità, raccontata attraverso gli occhi incantati di attori straordinari: cinque attori con Sindrome di Down e uno autistico, accompagnati in un viaggio lungo un anno intero dall’amico Paolo Ruffini.

I TRE OMAGGI DEL FESTIVAL

Edgar Allan Poe
Durante il festival, presso le sale Cinema Spazio Oberdan e MIC – Museo Interattivo del Cinema, verrà proposta una retrospettiva in 20 film dedicata al maestro del terrore Edgar Allan Poe, le cui opere e la cui vita misteriosa e ‘maledetta’ ha più volte attirato gli sceneggiatori cinematografici di ogni epoca.
Gli adattamenti cinematografici di Edgar Allan Poe, dopo gli sporadici tentativi degli anni del muto e la prima fortunata decade dell’horror film, conoscono l’età dell’oro con il diffondersi del cinema gotico e con Roger Corman. I tormenti interiori e gli abissi dell’io in Poe sono tra i primi elementi d’interesse e di attrazione per il cinema gotico, in quanto le tematiche sottese alle opere di Poe rispondevano alla richiesta da parte dei produttori e del pubblico di storie maledette, intrise di esotismo ottocentesco, attraversate da una sensualità decadente.
L’omaggio si compone delle seguenti pellicole che si sono nutrite dello stesso autore: Edgar Allen Poe (David W. Griffith, 1909), The Avenging Conscience (David Wark Griffith, 1914), La caduta della casa degli Usher (Jean Epstein, 1928), Il Dottor Miracolo (Robert Florey, A. Edward Sutherland, 1932), The black Cat (Edgar G. Ulmer, 1934), Il corvo (Lew Landers, 1934), The Crime of Doctor Crespi (John H. Auer, 1935),  Il caso Valdemar (U. Magnaghi/Hoepli, 1936) Il pozzo e il pendolo (Roger Corman, 1961), I racconti del terrore (Roger Corman, 1962), Danza macabra (Antonio Margheriti, 1963), La maschera della morte rossa (Roger Corman, 1964), Tre passi nel delirio (Federico Fellini, Roger Vadim, Louis Malle, 1968), Il grande inquisitore (Michael Reeves, 1968), Black Cat (Lucio Fulci, 1982), Due occhi diabolici (Dario Argento, George A. Romero, 1990), Sileni (Jan Svankmajer, 2005), Twixt (Francis Ford Coppola, 2011), Extraordinary Tales – La caduta casa Usher (Raul Garcia, 2013).

Tofffsy di Pierluigi De Mas – La donazione di un archivio imperdibile
Grazie al sostegno del Consolato generale di Svizzera a Milano, giovedì 1 novembre alle ore 15 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, sarà inaugurata una mostra interattiva dedicata a Tofffsy, uno dei personaggi più buffi e simpatici nati dalla matita di Pierluigi De Mas, che ha dedicato oltre cinquant’anni al cinema d’animazione, raggiungendo le più alte vette della creatività. In questa occasione verrà presentato al pubblico il DVD facente parte della collana “I Tesori del MIC”, comprendente la versione restaurata della celebre serie di animazione firmata da De Mas Le avventure di Tofffsy e l’erba musicale, creata e mandata in onda sulla tv svizzera, è la prima serie animata a colori trasmessa sulla rete nazionale italiana.
Tra il 2004 e il 2017 la famiglia de Mas ha donato alla Fondazione Cineteca Italiana l’intero archivio dell’autore comprendente pellicole 35mm e 16mm, nastri analogici, disegni, schizzi, rodovetri, storyboards e tanti altri preziosi materiali. Per onorare questa donazione Fondazione Cineteca Italiana ha deciso di realizzare un DVD Grazie alle nuove tecnologie digitali sempre più performanti è stato possibile, partendo dai negativi originali, restaurare il colore e le caratteristiche visionarie e a tratti psichedeliche in pieno stile anni ’70 della serie. La digitalizzazione e il restauro sono stati eseguiti presso il laboratorio MicLab di Fondazione Cineteca Italiana da Rachele Corbella e dallo staff di MicLab. Rivedere Le avventure di Tofffsy e l’erba musicale nella colorazione voluta dal suo autore è una grande emozione: nel corso di oltre quarant’anni i grotteschi personaggi hanno conservato una leggerezza e un’energia che oggi è libera di esplodere in tutta la sua esuberanza cromatica.
La mostra interattiva esporrà materiali cartacei digitalizzati ed editati, che creano un vero e proprio percorso guidato nell’arte di De Mas alla scoperta dei segreti della creazione dell’animazione. Parallelamente ampio spazio è dedicato al personaggio di Tofffsy e alla sua serie: storyboards, fumetti e oggetti di merchandising raccontano la genesi e la fortuna di una delle opere di maggiore interesse della tv italiana degli anni ’70. Per tutta la durata della mostra, i visitatori avranno inoltre la possibilità di vedere alcuni spezzoni dei 26 episodi della serie proiettati a loop nel MIC Corner del museo.

Cartoon Saloon
Il Festival dedica un piccolo omaggio in tre film allo studio d’animazione irlandese Cartoon Saloon, fondato nel 1999 da Paul Young e dal regista Tomm Moore, già candidato all’Oscar per The Secret of Kells e The Song of the Sea, che indagano l’aspetto umano delle emozioni e dei ricordi attraverso personaggi e mondi magici. Con un’incantevole alternanza di semplicità grafica nella pittura dei personaggi e un uso raffinato della tecnica per scenografie e paesaggi, Moore dà vita a film d’animazione per ragazzi che invitano anche i più grandi a riflettere sui temi e sulle virtù tipicamente fanciullesche della solidarietà, della generosità e della purezza delle azioni. In programma anche The Breadwinner diretto da Nora Twomey e prodotto da Angelina Jolie, candidato all’ultima cerimonia degli Oscar e basato sul bestseller Sotto il burqa di Deborah Ellis.

LE TRE SEZIONI DI CONCORSO

CONCORSO CORTOMETRAGGI “DI CHE COSA HAI PAURA?”
Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con UBI Banca, ha lanciato nel mese di maggio 2018 il concorso di cortometraggi di produzione nazionale “Di che cosa hai paura?”. Oltre cento giovani creativi da tutta Italia hanno raccolto la nostra sfida e si sono cimentati sul tema del festival. La giuria, composta dalla Direzione artistica della Cineteca, ha selezionato i 10 corti finalisti, che verranno proiettati durante il Festival al MIC – Museo Interattivo del Cinema e al Cinema Spazio Oberdan.
Il vincitore, decretato dalla giuria specializzata scuole, riceverà il Premio Ubi Banca. “La vicinanza di UBI Banca al Festival Piccolo Grande Cinema, momento di condivisione e promozione culturale indirizzato alle nuove generazioni, è conseguenza della nostra attenzione alle diverse realtà artistiche e sociali che animano i territori nei quali operiamo” afferma Riccardo Tramezzani, Responsabile della Macro Area Territoriale Milano Emilia Romagna di UBI Banca”. “Mi auguro che questo Festival ottenga tutto il successo che merita e possa avvicinare il più ampio pubblico possibile; sarà sicuramente una occasione utile a far emergere la creatività ed energia positiva proprie di tanti giovani artisti”.

IL CONCORSO RIVELAZIONI
Il Concorso “Rivelazioni” presenta 6 film italiani indipendenti firmati da giovani registi, opere prime o seconde, in anteprima per la città di Milano. I film del concorso, programmati presso il Cinema Spazio Oberdan e presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, saranno valutati da una giuria del pubblico costituita da spettatori e studenti. Saranno presenti in sala i registi dei film in Concorso.

I SEI FILM IN GARA
I passi leggeri del regista milanese Vittorio Rifranti (2018), che con il suo primo lungometraggio Tagliare le parti in grigio ha vinto il Pardo come Migliore Opera Prima al 60º Festival di Locarno. I passi leggeri è la storia di un sacerdote diviso tra i riti da officiare ogni giorno e che sente ormai privi di senso, e le notti insonni dentro la città per confrontarsi senza paura con la sofferenza e la marginalità.
L’eroe di Cristiano Anania (2018) presentata al Taormina Film Festival. Un noir ambientato in un piccolo paese lucano interpretato da Salvatore Esposito, che nel film è un giornalista di modesto talento ma smisurate ambizioni.
Il diario di Carmela di Enzo Caiazzo (2018), ispirato alla storia vera di una ragazzina di 15 anni che vive alla periferia di Napoli ed è costretta a lavorare per la piazza di spaccio della sua famiglia.
Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio (2018), presentato a Venezia 75 nella sezione Orizzonti e interpretato da Anna Foglietta e Giampiero De Concilio. Un film dall’intensità fuori dal comune sul rapporto madre figlio, carica di slanci e di improvvise chiusure nelle proprie ossessioni, dove il calcio rappresenta la speranza di una vita migliore.
Zen sul ghiaccio sottile di Margherita Ferri (2018), la storia di una ragazza bullizzata per il suo aspetto da maschiaccio. Realizzato grazie al sostegno di Biennale College, il film ha vinto una menzione speciale al Premio Solinas per la sceneggiatura.
La fuga – Girl in Flight di Sandra Vanucchi (2017) con Donatella Finocchiaro (premio Fice 2018) e Filippo Nigro. Candidato all’Efa Young Audience Award, il film è ispirato a fatti veri, e racconta la storia della dodicenne Silvia la cui vita a casa è consumata dalla depressione clinica della madre. Il film sarà distribuito da Lo Scrittoio.

IL CONCORSO CINECINEMONDO
Realizzato in collaborazione con Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, il Concorso Cinecinemondo vede in gara 7 anteprime internazionali provenienti dai migliori Festival di cinema internazionali, selezionati dalla Cineteca e dalla redazione di LongTake.
Anche per l’edizione 2018 le pellicole saranno sottoposte al giudizio di una giuria specializzata, quest’anno formata da 94 studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Lombardia che parteciperanno a uno stage di orientamento professionale in alternanza scuola-lavoro.

EVENTI SPECIALI CO-IDEATI DAI RAGAZZI

Durante la scorsa edizione del Festival Piccolo Grande Cinema è stato inaugurato il CATTIVISSIMO MIC CLUB – Giovani spettatori alla riscossa, pensato per ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni e finalizzato all’organizzazione di eventi, gite, proiezioni, incontri riservati agli iscritti, nonché alla formazione di un pubblico giovane consapevole, dotato di spirito critico e partecipante. Un’iniziativa originale, premiata con un elevato numero di iscrizioni. Ecco gli eventi co-ideati insieme ai nostri cattivissimi ragazzi del club, e oggi inseriti di diritto nel programma del Festival:

IL GRANDE GIOCO DI HARRY POTTER
In collaborazione con Salani Editore e con la redazione cinematografica di LongTake, giovedì 1 novembre alle ore 17 al Cinema Spazio Oberdan in programma Il grande gioco di Harry Potter, un incredibile gioco a squadre con la visione di sequenze e quiz inerenti i libri e i film della saga del celebre maghetto. Grifondoro, Serpeverde, Corvonero e Tassorosso: scegli la tua squadra!

PICCOLO GRANDE TRAILER
Sabato 3 novembre alle ore 15 presso il Cinema Spazio Oberdan verrà presentata la prima edizione di Piccolo Grande Trailer, grande vetrina dei più attesi film per ragazzi e famiglie, in uscita nelle sale italiane.
Lo scopo dell’evento non è solo quello di promuovere la visione di qualità in sala e creare un momento di condivisione e aggregazione, ma anche quello di educare all’antipirateria e sensibilizzare al consumo legale dei film, grazie alla collaborazione con FAPAV – Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali e Agis Lombarda.
Parteciperanno alla manifestazione i trailer dei film in uscita di Universal Pictures, 20th Century Fox, Nexo Digital, Eagle Pictures, Adler, Lucky Red, Notorious Pictures, Ahora, Cinecittà Luce, Satine, I Wonder Pictures, Warner Bros, Just Wanted.

FESTA DEI CAMPUS – UNA VACANZA DA PAURA!
Giunto alla sua terza edizione, il Summer Camp 2018 organizzato dalla Cineteca di Milano ha visto oltre 100 ragazzi impegnati nella realizzazione di cortometraggi sul tema della paura, sotto la guida dei registi Fabio Martina, Giovanna Volpi e Camilla Borò. In una settimana i giovani registi sono diventati una vera e propria troupe cinematografica, che attraverso lezioni e laboratori di regia, sceneggiatura, recitazione, montaggio e colonna sonora, sono riusciti a girare un vero e proprio cortometraggio, sullo sfondo dei meravigliosi boschi di Schilpario, all’interno del Parco delle Orobie, a 1100 metri.
Sabato 10 novembre 2018 i cortometraggi realizzati durante il Summer Camp saranno presentati in anteprima al pubblico di Cinema Spazio Oberdan.

CINEMERENDE
Venerdì 9 novembre verrà inaugurata presso Area Metropolis 2.0 l’iniziativa delle CineMerende, un appuntamento mensile dedicato ai ragazzi promosso e co-ideato dal Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze del Comune di Paderno Dugnano (MI). In programma 5 successi di animazione con a seguire una merenda per tutti.

PICCOLI GRANDI LIVE – PINOCCHIO

Il Festival Piccolo Grande Cinema è anche intrattenimento live.
Domenica 4 novembre alle ore 19 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, il maestro Antonio Zambrini al pianoforte, in trio col contrabbassista Marco Micheli e col batterista Enzo Zirilli, presenta un programma dedicato al cinema e alla musica per immagini, con una scelta di componimenti di Fiorenzo Carpi, celebre compositore di colonne sonore cui Zambrini ha dedicato un recente progetto discografico (Pinocchio e altri racconti). Sul filo del dialogo, della rilettura filologica, del jazz e della improvvisazione, i tre musicisti faranno apprezzare le qualità sviluppate negli ormai lunghi e variegati percorsi musicali ed artistici.
Sabato 10 novembre alle ore 21 presso Cinema Spazio Oberdan sarà la volta della grande festa di chiusura del Festival con la Cerimonia di Premiazione delle tre sezioni di Concorso, seguita dalla performance “Pinocchio elettrico”. L’insuperabile eroe del Collodi, che ha deliziato l’infanzia della nostra generazione e delizierà le future, rivivrà sul grande schermo nella nuova veste del restauro digitale del laboratorio MicLab di Fondazione Cineteca Italiana del celebre film Pinocchio diretto da Giulio Antamoro nel 1911, accompagnato dal vivo da una performance musicale del gruppo Miclono, che creerà dal vivo una colonna sonora, in cui le acrobazie del funambolo Polidor si mescoleranno con la partitura elettronica del gruppo musicale di Alicante.

CINEMA E DINTORNI DIGITALI

INCONTRO CON VALERIA CAGNINA
Ha costruito il primo robot a 11 anni. A 13 è stata la più giovane Digital Champion d’Italia. Oggi Valeria Cagnina, 17 anni, con quell’entusiasmo e una grande passione per robot, coding e tecnologia, sogna di rivoluzionare l’insegnamento.
In collaborazione con MEET | Fondazione Cariplo, centro internazionale di cultura digitale di Milano, lunedì 5 novembre alle ore 17 presso il Cinema Spazio Oberdan è in programma un incontro davvero speciale, quello con Valeria Cagnina e Francesco Baldassarre, fondatori della scuola di tech e robotica Valeriacagnina.Tech.
I relatori racconteranno al pubblico la loro storia nel mondo del tech e della robotica, in particolare Valeria racconterà la sua esperienza al MIT di Boston come Senior Tester, illustrando le 10 regole fondamentali che tutti gli insegnanti, collaboratori e Dreamers (bambini e ragazzi che partecipano alle attività) della scuola da loro fondata abbracciano e condividono, oltre a infondere la loro idea imprenditoriale che si basa sulla regola del “Niente è impossibile!”. Introduce l’evento Maria Grazia Mattei, Fondatrice e Presidente MEET | Fondazione Cariplo.
A seguire la proiezione del film Ti fidi di questo computer? di Chris Paine (2018), che esplora il modo in cui l’Intelligenza Artificiale, ben anticipata come è noto dalla fantascienza, sta iniziando a ridefinire la nostra relazione di fiducia con i computer. Quanto velocemente sta accelerando questa tecnologia e che promesse ci dà? Può davvero costituire una “minaccia esistenziale”? E soprattutto, saremo in grado di controllare ciò che abbiamo creato? Ci si chiede, infatti, se essa inaugurerà un’epoca di potenzialità senza precedenti o se si rivelerà, al contrario, la nostra invenzione finale.

STREAMING PER LE SCUOLE
Durante il Festival Piccolo Grande Cinema, Fondazione Cineteca Italiana e MAFMedia regaleranno alle scuole partecipanti la possibilità di vedere gratuitamente in streaming alcuni film di qualità sul sito del progetto The Film Corner (www.thefilmcorner.eu), una piattaforma web di film education per le scuole, uno strumento didattico rivoluzionario che permetterà di abbattere costi, distanze, tempo e…pirateria. La programmazione streaming del festival è organizzata anche in collaborazione con CG Entertainment.

RIFLESSIONI SUL CINEMA e IL PUBBLICO GIOVANE

RAPPORTO CINEMA 2018
Venerdì 9 novembre alle ore 18 presso la Biblioteca del Cinema dedicata a Morando Morandini sul Naviglio Martesana, verrà presentato il volume “Rapporto Cinema 2018” (Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo), giunto alla sua nona edizione. Il volume fotografa alcuni aspetti economici della variegata filiera dell’audiovisivo, confermandosi un prezioso strumento di conoscenza per gli addetti ai lavori. Con una sostanziale novità rispetto al passato: focus mirati sui cambiamenti e i fenomeni di maggiore richiamo che hanno interessato il sistema audiovisivo, italiano e internazionale, negli ultimi anni. Il Rapporto offre una disamina approfondita sui trend di consumo e si concentra inoltre sulle trasformazioni in atto dal punto di vista normativo, sulle strategie e sugli inediti spazi di iniziativa aperti dalla novità dei bandi, sugli scenari presenti e prossimi di sviluppo dell’intero settore. Il Rapporto Cinema 2018, rinnovato nella visione complessiva, è dedicato agli spettatori, agli scenari e alla progettazione strategica. Ad aprire il volume sono due approfondite analisi sul pubblico: la prima è una ricerca sui consumi culturali e sulla fruizione da parte dei giovani (20-34 anni) per guardare al futuro del cinema; la seconda è un’indagine pilota sul rapporto fra terza età e cinema, che monitora la presenza in sala della popolazione over 60.
Saranno presenti gli autori Mariagrazia Fanchi (Professore ordinario di Media Studies and Cultural History presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Fabio Introini (Professore associato di Sociologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo). Modera Simone Moraldi (Fondazione Cineteca Italiana).

PROGETTO GIOVANI & CINEMA
Giovedì 8 novembre alle ore 16.30 verrà presentato il progetto “Giovani & Cinema” incentrato sui temi del disagio giovanile, a cura di Medicinema Italia Onlus in collaborazione con Cuore e Parole e Fondazione Cineteca Italiana.
Medicinema Italia Onlus, dopo le positive esperienze di utilizzo della Cineterapia all’interno del Policlinico Gemelli di Roma e dell’Ospedale Niguarda di Milano nell’ambito delle terapie del sollievo, ha deciso di portare sul sociale ed in particolare sui giovani questa esperienza.
Il progetto ha coinvolto 80 ragazzi provenienti da scuole, oratori e CAG, in un percorso di approfondimento sui temi del disagio attraverso il cinema, che ha reso i teenager protagonisti di laboratori finalizzati alla realizzazione di sceneggiature di cortometraggi, presentati in questa occasione. Il Progetto Giovani & Cinema è stato realizzato con la sponsorizzazione di FedEx Express.

SCUOLA, INTEGRAZIONE E CINEMA – SEMINARIO
Martedì 6 novembre alle ore 17 al Cinema Spazio Oberdan è previsto un seminario sul tema dell’integrazione nell’ambiente scolastico a cura di LongTake e Inail Direzione Regionale Lombardia, nell’ambito del Progetto “Lo Spettacolo della sicurezza” (www.spettacolodellasicurezza.it) che vede come partner Fondazione Cineteca Italiana. La scuola è un ottimo osservatorio per indagare il reale, ed il cinema ne ha fatto da tempo luogo privilegiato per rappresentare i problemi e le tensioni della società. La classe, infatti, è terreno di incontro tra individui diversi per provenienza sociale, etnica, culturale o per condizione personale e, all’interno di essa, le occasioni di confronto sono plurime e costanti. Il seminario sarà condotto dai critici cinematografici di LongTake che mostreranno alcune sequenze di film a tema tra cui L’attimo fuggente, Pensieri pericolosi, Monna Lisa Smile, Il seme della violenza, tutti caratterizzati dalla presenza della figura eccezionalmente importante dell’“insegnante motivazionale”. A seguire, in anteprima per Milano, la proiezione del film A Polar Year di Samuel Collardey (2018), la storia di un insegnante danese che accetta un lavoro nella Groenlandia rurale dove lotta per entrare in sintonia con la gente del posto.

IL PROGRAMMA SCUOLE

Realizzato in collaborazione con Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, il programma scuole del Festival si svolgerà dal 6 al 10 novembre con incontri, proiezioni di anteprime e laboratori pensati per avvicinare bambini, ragazzi e insegnanti al mondo del cinema con divertimento e competenza. Il programma prevede il Concorso Cinecinemondo: alle classi verranno proposte sette anteprime provenienti dai migliori Festival di cinema internazionali.
Anche per l’edizione 2018 le pellicole saranno sottoposte, oltre che al giudizio delle classi, anche al giudizio di una giuria specializzata, quest’anno formata da 94 studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Lombardia che parteciperanno, grazie alla collaborazione con LongTake, a uno stage di orientamento professionale in alternanza scuola-lavoro nel mondo del cinema. Grazie al supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, il 2018 ha visto un grandissimo incremento nel numero delle richieste: oltre 140 studenti si sono infatti candidati per la selezione.

Ma le attività per le scuole saranno tantissime altre, grazie alla collaborazione con il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano e la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti: il laboratorio di cinema motore…azione!, le visite guidate con la realtà aumentata al Nuovo Archivio Storico dei Film e un laboratorio di critica cinematografica.

Al MIC – Museo Interattivo del Cinema sabato 4 novembre si terrà inoltre la quarta edizione dell’Open Day delle Scuole e dei Corsi di Cinema per dare la possibilità alle famiglie e ai ragazzi di scoprire le professioni del cinema. Le scuole che parteciperanno – in 12 tra cui le Scuole Civiche di Cinema Luchino Visconti, il Centro Sperimentale di Cinematografia, lo IED e la NABA – presenteranno il proprio piano di studi dando un quadro delle professioni del settore cinematografico e dell’audiovisivo.

IL TEMA DEL FESTIVAL

La sensazione di terrore, il malessere fisico, la tentazione, l’urgenza di uscire dalla sala. Poi il piacere di riconoscere il coraggio di una scelta registica audace, di una sceneggiatura perfetta, di un punto di vista nuovo, originale, potente, capace di dar forma a una paura tanto forte quanto contemporanea, che sollecita, scuote e sfocia in coscienza civile.
Si è affacciata così, all’ultimo Festival di Berlino lo scorso febbraio, subito dopo la visione di U-July 22 di Erik Poppe – che abbiamo voluto a tutti i costi inserire nel programma del Festival -, film che ricostruisce il folle attacco terroristico di Anders Breivik al campus dei giovani democratici sull’isola di Utoya, l’idea di scegliere come tema di questa edizione n. 11 di Piccolo Grande Cinema proprio la Paura: in primo luogo dalla sorpresa di incappare in un film d’autore in grado di far provare ancora oggi così tanta paura e insieme dal desiderio di scandagliare, da spettatori ma anche da creativi, questo sentimento in tutte le sue varianti e di scoprire le scelte artistiche e tecniche con cui il cinema ci permette ancora oggi di suscitarlo in modi così potenti.
Da lì, è stato tutto un precipitare. Siamo fatti così in Cineteca: andiamo fino in fondo. E quindi: Paura è stato il tema dei corti girati ai campus estivi 2018 con 100 bambine e bambini e ragazze e ragazzi dai 9 ai 14 anni – li presenteremo in anteprima proprio durante il Festival. Paura è stato il tema della sezione di Concorso di Cortometraggi per giovani filmmaker lanciato nel mese di luglio che proprio durante il Festival giungerà alla sua fase cruciale con l’assegnazione del Premio UbiBanca. Da lì è nata l’idea di aprire il Festival il 31 ottobre con uno strepitoso doppio Piccolo Grande Halloween per grandi (a Spazio Oberdan) e piccoli (al MIC), così come quella di realizzare un Nuovo percorso di Paura con la realtà aumentata nel nostro Archivio Film e di omaggiare l’evergreen Edgar Allan Poe con una rassegna dei migliori film tratti dalle sue opere.
Sembrerà una forzatura ma, a pensarci bene la paura, e il suo rovescio coraggio, si sono anche insinuati nella scelta dei 13 – e questo è un caso, ma che numero! – lungometraggi inediti del Concorso CineCineMondo per le scuole, del Concorso Rivelazioni e di molte delle Anteprime Kids, Junior e Senior che vi invitiamo a scoprire nelle sale della Cineteca per i prossimi 11 giorni.
E un ultimo pensiero lo dedichiamo proprio al Cinema, dalla produzione alla distribuzione all’esercizio, che ultimamente vediamo troppo spaventato, bloccato nelle sue potenzialità espressive e creative – basta sequel please! – dalla Paura di scomparire, di non interessare più, da logiche di chiusura e arroccamento in difesa dal nuovo che avanza. Chissà che Piccolo Grande Cinema Festival con tutto il suo carico di passione, entusiasmo, di giovane pubblico e soprattutto con il suo beniamino portafortuna Tofffsy – il coraggioso folletto ideato dal grande Pierluigi De Mas negli anni Settanta a cui il Festival dedica una Mostra interattiva e un dvd – non gli sia di aiuto per esorcizzarla almeno un po’.

Grazie infine a tutti coloro che rendono possibile Piccolo Grande Cinema e buona Paura a tutti!

Silvia Pareti – Direttrice artistica festival Piccolo Grande Cinema

INFO
Infoline T 02.87242114
www.cinetecamilano.it  I www.piccolograndecinema.it
Il programma completo del Festival Piccolo Grande Cinema sarà online dal 22 ottobre 2018.

BIGLIETTI
Adulti e bambini: ingresso unico intero € 5
Salvo diversa indicazione nei singoli eventi, il Festival Piccolo Grande Cinema è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili per:
Possessori di Cinetessera 2019, la tessera annuale delle sale della Cineteca, dal valore di € 10.
Ragazzi dai 15 ai 19 anni previa esibizione documento di identità valido.
Possessori della tessera 2019 Cattivissimo MIC Club, dal valore di € 15.

PREZZI degli EVENTI SPECIALI
Speciale Una notte al museo: € 35
Passeggiata notturna tra mesmerismo e catalessi + film La caduta della casa Usher LIVE: € 15 (€ 10 solo passeggiata)
Seminario Scuola e integrazione: ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili con prenotazione obbligatoria
MasterClass Valeria Cagnina: ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili con prenotazione obbligatoria
Piccolo Grande Trailer + merenda: ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili con prenotazione obbligatoria
Il Grande Gioco di Harry Potter ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili con prenotazione obbligatoria
Proiezioni Concorso Cortometraggi: ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili

INDIRIZZI DELLE SALE
CINEMA SPAZIO OBERDAN Viale Vittorio Veneto 2, Milano MM1 Porta Venezia
MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA Viale Fulvio Testi 121, Milano MM5 Bicocca
BIBLIOTECA DEL CINEMA MORANDO Via Tofane 49 sul Naviglio Martesana, Milano, MM1 Turro
AREA METROPOLIS 2.0 – Via Oslavia 8 Paderno Dugnano (MI)