ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » SOCIETÀ / COSTUME, SPETTACOLI / EVENTI » Felicia Bongiovanni in concerto con Frate Alessandro

Felicia Bongiovanni in concerto con Frate Alessandro

Lunedì 30 luglio 2018 - Ore 21,00 Sagrato della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli Piazza Porziuncola, 1 - Assisi (Perugia)

bongiovanniLunedì 30 luglio 2018 alle ore 21 nel Sagrato della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli, ad Assisi, il soprano Felicia Bongiovanni tornerà ad esibirsi con il tenore Frate Alessandro dopo l’esperienza del 2015, sempre ad Assisi, trasmessa da Rai World.

Già protagonista di eventi dal forte accento spirituale quali il Concerto in Vaticano presso la Sala Nervi nel 2011 dedicato a San Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI, il Concerto di Natale 2013, tenutosi in occasione del compleanno di Papa Francesco nella Basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma, il Concerto alla Basilica di Loreto per l’apertura del Giubileo della Misericordia  e il Concerto nella Basilica di Notre-Dame d’Afrique in Algeria, Felicia arriva al Sagrato della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli dopo un’intensa carriera artistica che l’ha vista debuttare ancora bambina al Teatro Don Orione, in occasione delle selezioni dello Zecchino d’oro con Mago Zurli.

Nel corso del concerto lirico del 30 luglio, diretto dal Maestro Leonardo Quadrini, Felicia Bongiovanni, sempre in prima linea nel veicolare i valori umani e spirituali, eseguirà Casta Diva dalla Norma di Bellini, Vissi d’arte dalla Tosca di Puccini, La Vergine degli angeli da La forza del destino di Verdi, Fratello sole e sorella luna e il Brindisi dalla Traviata di Verdi in duetto con Frate Alessandro e ancora O sole mio, Funiculì funiculà e l’Inno di Mameli. Nell’atmosfera dall’aura sacrale del Sagrato della Basilica Papale, la voce che tocca l’anima e la ferrea vocalità di Felicia, capace di trasmettere emozioni e profondi valori, darà conto di una vita dedicata alla musica, costruita passo dopo passo, che da artista del coro – mentre era ancora studentessa al conservatorio – l’ha portata a diventare comprimaria e poi solista, cantando in importanti teatri d’opera, come la Fenice di Venezia, il Politeama di Palermo, il Comunale di Bologna, il Rossini Opera Festival, il Teatro Regio di Parma, il Luglio Musicale Trapanese, accanto a prestigiosi cantanti come Luciano Pavarotti, Mirella Freni, Bruno Praticò, Michele Pertusi, Alessandro Corbelli.

Durante la serata, presentata da Tonino Bernardelli, si esibiranno anche il baritono Mauro Trombetta, il mezzosoprano Giorgia Gazzola, la Grande Orchestra Sinfonica Russa, il Coro della Pace diretto dal Maestro Marco Ferruzzi, il Coro Naharti della Valnerina diretto dal Maestro Sabrina Bacaro, il Coro Musica Antiqua, diretto dal maestro Stefania Trabalza, il Coro Edi Toni, diretto dal maestro Paolo De Santis, il Coro lirico di Craiova diretto dal maestro Florian Zamfir.

Molto legata alle sue origini, cosa che le ha visto attributire la cittadinanza onoraria di Acquedolci, incantevole paese della costa tirrenica siciliana in provincia di Messina, Felicia Bongiovanni si è molto dedicata alla promozione dell’Opera Lirica all’estero, in collaborazione con il Ministero degli Esteri.

In qualità di testimonial del “Bel Canto” e di Pace si è esibita in vari Paesi fra cui l’Africa, portando questo genere musicale per la prima volta in Angola nel 2011 in occasione della Settimana della Cultura Italiana, in Etiopia in occasione dell’inaugurazione del Teatro G. Verdi alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Felicia non ha mai cessato di seguire la propria missione nella musica: neanche pochi giorni dopo la strage del Bataclan, chiamata dall’Ambasciata Italiana e dall’Istituto Italiano di Cultura in Algeria per eseguire un concerto di arie tutte mariane nella bellissima Basilica di Notre-Dame d’Afrique di Algeri, davanti a un folto e accogliente pubblico di cattolici e musulmani, alla presenza del Nunzio Apostolico e delle autorità musulmane.

L’Associazione Maria Callas di Bruno Tosi l’ha scelta come testimonial della Callas per una serie di concerti in occasione della mostra a lei dedicata negli Stati Uniti ed in Italia, mentre per le reti RAI si è esibita ai Concerti di Natale di RAI Due, nel 2006 e nel 2012, al Concerto d’Epifania nel 2015, nelle trasmissioni Sottovoce e Uno Mattina di RAI Uno.

Si è dedicata a molteplici attività sociali fra cui testimonial della Fondazione Telethon, ambasciatrice della Nazionale Cantanti, madrina della LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, della FA.NE.P., Associazione Famiglie Neurologia Pediatrica, Cantore della Solidarietà della ANT Associazione Nazionale Tumori e dell’UNICEF. E’ stata anche tra i protagonisti del Concerto per l’Ospedale Bambin Gesù e del Premio Braille di RAI Uno nel 2014, e ha inciso per le Edizioni Paoline con Claudia Koll il CD Pace a voi per le ragazze madri del Burundi.

Nell’ambito della promozione dei valori e dei diritti umani è inoltre da oltre dieci anni direttrice artistica del Progetto Impresa e Cultura dell’Università di Urbino e ha assunto la carica di Consigliera della Musica per il Club UNESCO Bologna e poi per quello di Forlì, mentre sul fronte della legalità ha cantato per l’organizzazione Libera, e ha partecipato al concerto del 20 maggio 2017 per il 25esimo anniversario delle stragi di Falcone e Borsellino con il tenore Marcello Giordani, organizzato dall’Inner Wheel Club Palermo Normanna, dalla Fondazione Falcone e dalla Gesap – Aeroporto di Palermo.
Si è sempre impegnata per una Cultura di Pace, cantando sulla portaerei Cavour della Marina  Militare impegnata in un’’importante missione umanitaria, partecipando a tre edizioni della Settimana Europea di Palermo e interpretando l’Inno delle Nazioni di Verdi per l’inaugurazione del Blue Sea Land, nella cui chiusura ha partecipato col suo canto alla Preghiera per la Pace rotaryana insieme ai rappresentanti delle religioni cattolica, ebraica, musulmana e protestante.

Queste sue doti tecniche e spirituali che si proiettano nel suo canto con “l’anima in gola” – come è stato scritto di lei sulla rivista LOpera – le sono state riconosciute anche attraverso diversi Premi, tra cui nel 2006 il Premio Capri – Hollywood Award, nel 2014 Premio Bruno Landi Ombra della Sera alla Lirica, la Targa del Club UNESCO di Forlì per l’impegno di trasmettere una Cultura di Pace, e nel 2015 il Premio Lercaresi nel mondo My Way FestivalLa Voce di Napoli.