ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » COMUNI, Rho » Disinfestazioni: lotta non solo contro le zanzare

Disinfestazioni: lotta non solo contro le zanzare

Disinfestazioni con larvicidi attivati già il 3 aprile, si interviene anche contro topi e scarafaggi.

zanzareL’Amministrazione Comunale ha organizzato degli interventi di disinfestazione non solo per limitare le zanzare, ma anche per ridurre la presenza di topi e scarafaggi. Per quanto riguarda le zanzare le operazioni, effettuate tramite ditta specializzata con modalità e prodotti disinfestanti certificati e non nocivi alle persone e a insetti non coinvolti, come le api, sono state avviate già ad inizio aprile 2018 con interventi in ogni singolo pozzetto di raccolta acque presente sul territorio. L’attività di disinfestazione sarà assicurata anche a giugno, luglio, agosto, settembre ed eventualmente a ottobre.
Per i topi l’Ufficio Ecologia sta disponendo circa 900 distributori di esche in varie zone della città, dove storicamente si hanno avuto segnalazioni della presenza dei roditori.
L’Amministrazione è attiva anche contro la presenza di scarafaggi.
Negli ultimi anni la presenza di questi insetti è aumentata ed è dovuta ad una cosiddetta blatta orientalis, che ha trovato migliori condizioni climatiche nel nostro territorio: un effetto secondario del cambiamento climatico, che ha portato all’innalzamento delle temperature nelle nostre aree.
Si prosegue con interventi nei plessi pubblici e anche nelle strade, ove la presenza è maggiore. Nel 2018 sono già stati eseguiti tre interventi mirati su alcune strade, inoltre la pulizia dei pozzetti stradali eseguiti da Amiacque aiuta a limitare i luoghi di riproduzione.
Gli interventi dei privati sono fondamentali: gli scarafaggi non vivono in strada.
In questo periodo di piogge intense le tubazioni sono pulite dalla grandi quantità d’acqua, quindi gli scarafaggi cercano cibo soprattutto nelle cantine, nei luoghi dove si stoccano i rifiuti.
In caso invece di presenza di cimici (di origine non autoctona) gli interventi sono praticamente nulli, perché si dovrebbero utilizzare prodotti chimici nocivi in grandi quantità su tutto il territorio per avere infine un risultato limitato e non risolutivo.

L’Assessore all’Ambiente Gianluigi Forloni commenta: “I primi interventi per la lotta alle zanzare sono iniziati già ad aprile, quindi con forte anticipo. Il personale della società incaricata utilizza delle pastiglie di larvicida, anziché interventi di dispersione di prodotti in aria, per cui non è stato necessario pre-allertare la popolazione. E’ necessario che i cittadini seguano alcune norme di comportamento per contribuire alla riduzione delle zanzare ed effettuino la disinfestazione nei propri giardini. Solo l’insieme degli interventi, pubblici e privati, possono portare a risultati apprezzabili sulla presenza di zanzare, topi e scarafaggi. Come per le zanzare, anche per gli scarafaggi il cambiamento climatico ha delle ricadute negative su di noi: la differenza media anche di un solo grado per noi quasi irrilevante per flora e fauna è importante. In generale una buona raccolta differenziata, che separa l’umido dal secco, aiuta molto a non creare situazioni a vantaggio di topi e scarafaggi; è altrettanto importate il corretto posizionamento dei rifiuti rispettoso di orari e giorni. Si stanno ricercando modalità innovative di prevenzione, soprattutto per la lotta alle zanzare che parta fin dall’inverno, per ottimizzare sempre di più i risultati alla spesa annuale, che si aggira intorno a 40.000 euro”.

Il Comune di Rho interviene solo nelle aree pubbliche, mentre tutti gli interventi di disinfezione e disinfestazione negli edifici e terreni privati sono effettuati a cura e spese dei proprietari in cui hanno luogo o di chi ne ha l’effettiva disponibilità.
Il personale di Ecosan, ditta incaricata, è dotato di cartellino di riconoscimento e vestiario adeguato. Non entra nelle proprietà private.
Tutte le zanzare sono caratterizzate da un denominatore comune: la necessità di sviluppare le prime fasi del ciclo biologico in ambiente acquatico.
Le femmine depongono le uova nei fiumi, nei ristagni d’acqua, nei cavi degli alberi, nei recipienti pieni d’acqua come ad esempio i sottovasi, gli annaffiatoi, i secchi, ecc.

I cittadini possono contribuire a evitare la proliferazione delle zanzare sul territorio, prevenendo la deposizione delle uova tramite semplici accorgimenti:

  • non abbandonare oggetti o contenitori dove può raccogliersi acqua così da impedire la formazione di qualsiasi ristagno, controllando i luoghi poco accessibili e nascosti. Anche gli pneumatici possono essere un’ottima culla per i nostri piccoli nemici
  • pulire periodicamente grondaie per scongiurare la formazione di larve e permettere lo scorrimento dell’acqua
  • introdurre pezzi di rame (fili, monetine…) nei sottovasi, preferire vasi di rame non trattati con vernici antiossidanti per fiori recisi. Il rame altera il metabolismo delle larve delle zanzare. Un altro suggerimento è di aggiungere dell’olio di semi nei sottovasi che forma una pellicola e impedisce alle larve la risalita in superficie e la respirazione
  • nei ristagni d’acqua che non possono essere svuotati (tombini, ecc.) la cosa migliore è aggiungere un larvicida biologico atossico (generalmente a base di Bacillus Thuringiensis, acquistabile in farmacia), che inibisce lo sviluppo larvale; un’altra possibilità consiste nell’aggiungere qualche cristallo di solfato di rame per ogni litro di acqua stagnante
  • falciare l’erba ed eliminare le sterpaglie
  • introdurre pesci larvivori (carpa, pesci rossi, gambusia…) nelle fontane, nei laghetti e nelle vasche ornamentali
    si consiglia agli amministratori di condominio di fare effettuare da ditte specializzate interventi di disinfestazione specialmente in presenza di giardini condominiali

Altri consigli utili per difendere la propria persona:
• installare zanzariere fisse su porte e finestre per evitare l’accesso del fastidioso insetto
• moderare l’uso di profumi dolci e lacche per capelli
• utilizzare gli insetticidi in commercio facendo attenzione a non abusarne
• ricorrere ai tantissimi rimedi naturali, come le candele alla citronella e all’olio essenziale di geranio, innocui per l’ambiente e per l’uomo
• fare eseguire ai nostri amici a quattro zampe la profilassi antifilarica

Ricordiamo che da qualche anno a questa parte il nostro territorio è diventato l’habitat della zanzara tigre, famosa perché attiva di giorno.
Inoltre, le zanzare tigre e le zecche possono essere vettori di alcune malattie virali.
Per proteggersi dalle loro punture, Regione Lombardia ha approntato una guida con consigli pratici su come difenderci.

http://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/80f4efd1-e6a7-4c47-bff2-e5258d1b013d/zanzare+pieg_color.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=80f4efd1-e6a7-4c47-bff2-e5258d1b013d

Informazioni e segnalazioni
Comune di Rho
QUIC – Sportello del Cittadino
Via De Amicis, 1
Tel. 02 93332 700
Numero verde 800.55.33.89
quic@comune.rho.mi.it

Segnalazioni on line Comuni-chiamo
https://comuni-chiamo.com o app gratuita Comuni-chiamo.