ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » CINEMA, COMUNI, Milano » Davis Wark Griffith – Tre capolavori muti live

Davis Wark Griffith – Tre capolavori muti live

Cinema Spazio Oberdan Milano mercoledì 30 maggio, mercoledì 6 e mercoledì 13 giugno.

davisNei 70 anni dalla scomparsa.

Nei settant’anni dalla scomparsa (23 luglio 1948), Fondazione Cineteca Italiana vuole rendere omaggio a David Wark Griffith con tre imperdibili capolavori muti proiettati presso Cinema Spazio Oberdan, accompagnati da musica dal vivo a cura dei pianisti Francesca Badalini e Antonio Zambrini.

Se i fratelli Lumière il cinema lo hanno fatto nascere, David Wark Griffith è colui che lo ha preso per mano da bambino e lo ha condotto all’età adulta. È stato infatti il grande regista americano a sperimentare e a mettere a punto tutte quelle opzioni del linguaggio filmico che hanno aperto la strada al racconto per immagini, all’utilizzo narrativo e anche espressivo di sceneggiatura, montaggio, fotografia, scenografia e interpretazione degli attori, realizzando opere che risultano ancora oggi di straordinaria modernità.

Il primo appuntamento è mercoledì 30 maggio 2018 alle ore 20.15 con il celebre Nascita di una nazione (1915), autentica pietra miliare della storia del cinema: il film in cui Griffith mise a punto con sorprendente maturità elementi essenziali dell’intera estetica film e della narrazione cinematografica come il montaggio parallelo, l’alternanza di primi piani e campi lunghi, il lavoro sugli attori e sulla costruzione dei personaggi, le grandiose scene di massa, l’uso della luce.
Mercoledì 6 giugno è la volta dell’edizione restaurata di Intolerance (1916), in cui il regista americano continua a sperimentare sul linguaggio cinematografico: stimola la riflessione dello spettatore tramite il montaggio parallelo di quattro storie, ambientate in tempi e luoghi molto diversi, accomunate solo dall’idea della ricerca di pace.
Conclude la rassegna, mercoledì 13 giugno, Giglio infranto (1919), in cui Griffith introduce un nuovo espediente tecnico, quello della doppia soggettiva: un campo-controcampo a 180°, che mostra i duri sguardi del padre e della figlia che si fissano aggressivamente guardando nell’obiettivo (e quindi lo spettatore), con una violenza espressiva mai vista prima.

CALENDARIO PROIEZIONI
Cinema Spazio Oberdan Milano

Mercoledì 30 maggio ore 20.15
Nascita di una nazione
R.: David Wark Griffith. Sc.: D.W. Griffith, Frank Woods. Int.: Lillian Gish, Mae Marsh, Henry B. Walthall, Mary Alden, Miriam Cooper, Ralph Lewis, George Sigmann, Raoul Walsh. USA, 1915, 187’.
Due fratelli, Phil e Ted Stoneman, vanno a Piedmond, nel Sud Carolina, a visitare la famiglia Cameron, loro cari amici. La loro amicizia però viene compromessa dalla Guerra Civile in quanto le due famiglie si trovano a combattere su due fronti diversi. Le conseguenze della guerra si ripercuotono sulle loro vite attraverso i vari fatti storici: lo sviluppo della stessa Guerra Civile, l’assassinio di Lincoln e la nascita del Ku Klux Klan.
Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini.
Il film sarà proiettato con una pausa di 10’.

Mercoledì 6 giugno ore 20.15
Intolerance – Edizione restaurata
R.: David Wark Griffith. Int.: Lillian Gish, Mae Marsh, Robert Harron, Constance Talmadge, Alfred Paget. Lilian Langdom. Usa, 1916, 167’.
Film in 4 episodi: I episodio – “La caduta di Babilonia”. Nel 539 avanti Cristo il Sommo Sacerdote di Babilonia, invidioso del re Nabonicus e di suo figlio Belshazzar, per sete di potere tradisce i regnanti e si allea con i persiani di Ciro il grande, favorendo all’esercito di questi l’ingresso in città e la conseguente distruzione della stessa. II episodio – “La passione di Cristo”. Gesù prima di essere crocefisso partecipa alle nozze di Cana, perdona l’adultera e ammonisce i farisei. III episodio – “La notte di San Bartolomeo”. Nel 1527 Carlo IX è re di Francia sotto la tutela di Caterina dei Medici, la quale ordisce “la notte di San Bartolomeo” e fa uccidere tutti gli Ugonotti. IV episodio – “La madre e la legge”. In America nel 1914 Jenkins è padrone di tutte le industrie principali del paese. Egli sfrutta i lavoratori fino al midollo; ma essi reagiscono scioperando.
Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini.
Il film sarà proiettato con una pausa di 10’.

Mercoledì 13 giugno ore 20.15
Giglio infranto
R., sc. e mont.: David Wark Griffith. Int.: Richard Barthelmess, Lillian Gish, Donald Crisp, Edward Peil, Arthur Howard. USA, 1919, b/n, 95’.
Nel quartiere londinese di Limehouse, un commerciante orientale accoglie Lucy, tredicenne orfana di madre e vittima delle frustrazioni di un padre violento. Quando il genitore scopre il nascondiglio della figlia, sfoga su di lei tutta la sua ferocia. Ma subito dopo si troverà a fare i conti con l’uomo che si è preso cura di Lucy.
Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Antonio Zambrini.

Modalità d’ingresso al Cinema Spazio Oberdan
Piazza Oberdan Milano
Biglietto intero € 7,50
Ridotto con *Cinetessera € 6
Gratuito per ragazzi dai 16 ai 19 anni
*Cinetessera annuale € 10