ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » Bollate, COMUNI » Bollate: Matrimoni civili? Si può scegliere tra Biblioteca e Villa Arconati – FAR

Bollate: Matrimoni civili? Si può scegliere tra Biblioteca e Villa Arconati – FAR

Celebrare il proprio matrimonio civile nella storica Villa Arconati-FAR?

Stemma BollateSarà possibile grazie alla decisione dell’Amministrazione comunale di valorizzare le residenze storiche cittadine attraverso un bando pubblico che ha assegnato alla prestigiosa villa di Castellazzo la sede di un ufficio separato di stato civile. 

Già dalle prossime settimane i cittadini bollatesi, e non solo, avranno, dunque, l’opportunità di prenotare la data delle nozze, oltre che nella Biblioteca del Comune, anche nella Villa Arconati-FAR dove sono state dedicate due sale, la Sala Rossa e la Sala Museo. I costi per la prenotazione del matrimonio nella Villa, da corrispondere all’ufficio anagrafe, sono stati definiti dalla Giunta e prevederanno una maggiorazione rispetto alle tariffe della Biblioteca. 

Un bel risultato – ha detto il Sindaco di Bollate Francesco Vassallo – che evidenzia la stretta collaborazione tra l’Amministrazione e la Fondazione Augusto Rancilio nel creare sempre nuove opportunità per far conoscere sempre di più questa storica residenza, patrimonio di tutti e non solo dei bollatesi”. 

Il nostro obiettivo – ha ribadito l’Assessore al Marketing territoriale Lucia Rocca – è stato fin dall’inizio la collaborazione con Villa Arconati-FAR selezionata tramite il bando pubblico per valorizzare sempre di più la nostra città anche oltre i nostri confini. I matrimoni in villa approderanno anche alla BIT del prossimo anno, con un ritorno di prestigio per Bollate molto rilevante. Ringraziamo Fondazione Augusto Rancilio e gli uffici comunali per lo sforzo aggiuntivo messo nella realizzazione di questo progetto”. 

Una possibilità in più per i cittadini – ha detto il Consigliere delegato a Villa Arconati-FAR Franco Gravina – di una location alternativa in un contesto storico di pregio. Ma anche un’opportunità che, inoltre, consente alla nostra Amministrazione di proseguire un’importante collaborazione con Fondazione Augusto Rancilio per la valorizzazione di Castellazzo e di Bollate”. 

Ma vediamo i vari step che hanno portato a questo risultato 
Il percorso è iniziato lo scorso anno, con la pubblicazione del bando pubblico cui ha partecipato come unica dimora la bellissima Villa Arconati-FAR. Da lì è partito l’iter per la costituzione dell’ufficio separato di Stato civile proprio in Villa, autorizzato lo scorso mese di luglio dalla Prefettura di Milano.