ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » Bollate, COMUNI » Bollate. Le Barriere architettoniche non saranno più un tabù. Prosegue il progetto BollateXtutti. Tutti possono partecipare

Stemma BollateTre mesi di tempo per segnalare le barriere architettoniche in città. Basta compilare e consegnare il questionario realizzato dal Comune per dire la propria opinione sugli “ostacoli” che si desidera rimuovere. Il questionario è disponibile online sul sito del Comune (sezione BollateXtutti), e cartaceo in Biblioteca, allo Sportello polifunzionale e nelle Farmacie.

Per saperne di più:
Dal mese di novembre 2016 a Bollate si lavora per pensare a una città che permetta a tutti di avere le stesse opportunità. Come? Attraverso la Cabina di Regia sulla Total Quality, la prima in Lombardia, istituita dal Comune e gestita dalla Consigliera delegata Maria Rita Ferretta. 
L’obiettivo è di rendere la città fruibile, indipendentemente dalle diverse abilità. “Possiamo pensare al bambino che usa il carrellino per andare a scuola – spiega la Ferretta - alla mamma col passeggino, al disabile in carrozzina, all’anziano col bastone. Tutto il processo vede il coinvolgimento delle associazioni del territorio che si occupano di disabilità da tempo e che conoscono bene criticità e problemi di alcuni concittadini”.

Tra le iniziative realizzate, un concorso per le scuole
Uno dei primi risultati concreti del lavoro di questi anni è stato il coinvolgimento delle scuole. L’Amministrazione ha proposto all’Erasmo da Rotterdam di aderire al Concorso nazionale indetto da Fiaba Onlus “I futuri geometri progettano l’accessibilità”. La scuola ha aderito con una classe terza che dovrà realizzare un progetto di abbattimento di barriere architettoniche su: spazi urbani, edifici pubblici e scolastici o strutture per il tempo libero.

Un seminario di sensibilizzazione per I tecnici
Altra iniziativa, il seminario sulla sensibilità progettuale organizzato da Fiaba Onlus nelle scorse settimane, in collaborazione con il Comune di Bollate e il Collegio Geometri di Monza e Brianza. 
All’iniziativa hanno partecipato una ventina di tecnici pubblici e privati.