ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » Arese, ATTUALITÀ, COMUNI » Arese: Pubblicati i dati riepilogativi dei bandi dedicati alle attività economiche

Arese: Pubblicati i dati riepilogativi dei bandi dedicati alle attività economiche

Il Comune di Arese in questi anni ha elargito fondi per sostenere il cosiddetto "commercio di vicinato" e la nascita di attività in grado di realizzare progetti innovativi.

Stemma AreseMa quanti sono i progetti ammessi? A quanto ammontano i fondi?

Dei poco meno di 2,5 milioni disponibili dall’Accordo di Programma, a oggi, 500.000 euro sono stati messi a bando per sostenere nuove aperture e/o subentri, per progetti d’innovazione del prodotto, del servizio, della struttura di vendita, ecc. La nostra politica sul commercio, che si aggiunge alle convenzioni in fase di stipula con i centri commerciali urbani, non è fatta quindi di una distribuzione di soldi a pioggia, bensì di risorse volte a finanziare tra il 50% e il 90% dei progetti di innovazione a vario titolo, compatibilmente con le risorse disponibili. Essi rappresentano una piccola boccata d’ossigeno in questi anni per chi è riuscito a coglierla” – ha dichiarato l’Assessore al Commercio Giuseppe Augurusa.

Le risorse destinate al commercio locale derivanti dalla trasformazione dell’Area ex Alfa possono e devono essere uno strumento utile per coloro che hanno attività ed esercizi di prossimità sul nostro territorio. Come Amministrazione crediamo che sia fondamentale sostenere il tessuto locale e abbiamo provato a stimolare, contribuendo anche economicamente, le attività che con coraggio hanno iniziato un nuovo percorso o stanno provando a rinnovarsi, sono pronte a investire sulla loro attività e si mettono in gioco, credendo loro per primi in una prospettiva di medio lungo termine e affrontando con coraggio un momento non certo semplice. Questa progettualità ha permesso di avviare diversi bandi il cui esito è ben riassunto in questa tabella. Non dimentichiamo che sono ancora tanti i cittadini che non si rivolgono alla grande distribuzione, quindi, è importante sostenere, incentivare, affiancare i negozi di vicinato e l’Amministrazione non mancherà di adottare le misure necessarie per rivitalizzare il nostro centro cittadino e i centri commerciali urbani” – ha concluso il Sindaco Michela Palestra.