ekojournal – Free Press – News ed Eventi del Nord Ovest » CINEMA, COMUNI, Milano » 100 anni di storia “Ingmar Bergman

100 anni di storia “Ingmar Bergman

Cinema Spazio Oberdan Milano Dal 24 al 28 settembre 2018

ingrDal 24 al 28 settembre 2018 Fondazione Cineteca Italiana presso Cinema Spazio Oberdan di Milano presenta una rassegna in 9 titoli per celebrare i 100 anni dalla nascita di INGMAR BERGMAN.

Un doveroso omaggio a uno dei più grandi registi della storia del cinema, autore di opere indimenticabili che hanno saputo come poche altre esplorare la complessità dell’animo umano.
Alcuni lungometraggi in programma sono proposti in versione restaurata e rimasterizzata in alta definizione, con il recupero e l’inserimento di brani censurati nelle edizioni italiane tradizionali.

CALENDARIO PROIEZIONI
Cinema Spazio Oberdan Milano

Lunedì 24 settembre ore 17
Donne in attesa
R. e sc..: I. Bergman. Fot.: Gunnar Fisher. Int.: Anita Björk, Maj-Britt Nilsson, Eva Dahlbeck, Gunnar Björstrand. Svezia, 1952, 107’, v.o. sott. it.
Le reciproche confessioni di quattro donne che parlano dei loro rapporti sentimentali, ormai segnati dalla noia e dal disincanto dopo gli entusiasmi iniziali. Solo la più giovane di loro sembra ancora disposta a credere nell’amore.

Lunedì 24 settembre ore 21.15
Il posto delle fragole
R. e sc.: I. Bergman. Int.: Victor Sjöström, Bibi Andersson, Ingrid Thulin, Gunnar Björstrand, Max von Sydow.m Svezia, 1957, 95’, v.o. sott. it.
Il viaggio per andare a ritirare un premio di cui è stato insignito diventa per l’anziano medico Isak Borg l’occasione per tracciare un bilancio della propria esistenza, giunta ormai al crepuscolo della vecchiaia.
Copia restaurata che presenta i dialoghi originali del film, che nella versione italiana avevano subito tagli di censura.
Al termine della proiezione, relazione di uno psicoanalista del Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti”.

Martedì 25 settembre ore 16
A proposito di tutte queste… signore
R.: I. Bergman. Sc.: I. Bergman, Erland Josephson. Fot.: Sven Nykvist. Int.: Jarl Kulle, Bibi Andersson, Harriet Andersson, Eva Dahlbeck, Karin Kavli. Svezia, 1963, 80’, v.o. sott. it.
Il celebre violoncellista Felix muore. Nella camera ardente si ritrovano tutte le donne dell’artista defunto (ben sette) e il critico Cornelius, suo biografo. Parlando, i presenti ricordano i 4 giorni precedenti la morte di Felix, e ricostruiscono un ambiente fatto di invidie, colpi bassi, tentativi di seduzione.

Martedì 25 settembre ore 17.45
La fontana della vergine
R.: I. Bergman. Sc.: Ulla Isaksson. Int.: Max von Sydow, Birgitta Valberg, Birgitta Petterson, Gunnel Lindblom, Axel Düberg, Tor Isedal. Svezia, 1960, 88’, v.o. sott. it.
Ambientata nel Medio Evo, la storia di tre pastori che prima violentano e uccidono una giovane donna, poi si ritrovano ospiti presso la famiglia della loro vittima. Scoperti, finiranno uccisi, mentre una fonte miracolosa nascerà sul posto dove la ragazza è stata uccisa.
Copia restaurata che presenta nella sua integralità la scena dello stupro della giovane Karin, con immagini che in precedenza avevano subito tagli di censura.

Martedì 25 settembre ore 19.30
Come in uno specchio
R. e sc.: I. Bergman. Int.: Harriett Andersson, Max Von Sydow, Gunnar Björstrand, Lars Passgard. Svezia, 1960, 89’, v.o. sott. it.
Rancori e incomprensioni fra i membri di una famiglia riuniti in una casa sul Baltico. Il padre è uno scrittore troppo preso dalla sua arte, la figlia è reduce da una casa di cura, il figlio minore è ossessionato dalla sorella, il marito della donna, uomo di scienza, fatica a capire l’interrogarsi sulla fede degli altri.

Mercoledì 26 settembre ore 17.30
Il posto delle fragole Replica

Mercoledì 26 settembre ore 21.15
Persona – Copia restaurata
R. e sc.: I. Bergman. Fot.: Sven Nykvist. Int.: Bibi Andersson, Liv Ullmann, Gunnar Björstrand, Margareta Krook, Max von Sydow. Svezia, 1965, 85’, v.o. sott. it.
L’incontro fra un’attrice che non riesce o non vuole più parlare e la donna chiamata ad assisterla. Come in un gioco di specchi, il loro rapporto si fa sempre più intenso e lacerante.
Copia restaurata che presenta il lungo monologo in cui l’infermiera Alma racconta l’esperienza di un’orgia giovanile. Per la dovizia dei dettagli, il monologo aveva subito tagli di censura in Italia ed era stata alterata l’età dei giovani seduttori, originariamente minorenni.

Giovedì 27 settembre ore 17
Come in uno specchio Replica

Giovedì 27 settembre ore 19
Un’estate d’amore
R.: Ingmar Bergman. Sc.: I. Bergman, Herbert Grevenius. Int.: Maj-Britt Nilsson, Birger Malmsten, Alf Kjellin, Annalisa Ericson. Svezia, 1950, 96’, v.o. sott. it.
La storia di una donna che ha perso il fidanzato in un incidente. Anni dopo riceve il suo diario, che decide di leggere nel luogo in cui i due vissero il loro amore. Alla fine lo consegnerà a un amico giornalista.

Venerdì 28 settembre ore 18.15
Una lezione d’amore
R. e sc.: I. Bergman. Int.: Harriet Andersson, Eva Dahlbeck, Renée Björling, Gunnar Björnstrand. Svezia, 1954, 98’, v.o. sott. it.
Una coppia di coniugi – ciascuno con insoddisfacenti relazioni extraconiugali -  è sull’orlo del divorzio. La figlia adolescente segue il conflitto con l’ansietà di chi sta avvicinandosi per la prima volta all’amore, e ne trae un’amara lezione. Prima commedia di Bergman: leggera, sorridente, caustica, con punte salaci, dialoghi briosi e due protagonisti in gran forma. Ma nemmeno quando lavora sul registro leggero Bergman rinuncia alle sue domande sulla condizione umana. Il vaudeville francese rivisitato con l’ottica del teatro svedese.

Venerdì 28 settembre ore 20.15
Fanny e Alexander
R. e sc.: I. Bergman. Fot.: Sven Nykvist. Int.: Pernilla Alwin, Bertil Guve, Börje Ahlstedt, Harriet Andersson, Gunnar Björnstrand, Erland Josephson. Svezia/RFT/Francia, 1981-82, 197’, v.o. sott. it.
La famiglia Ekdahl, padre, madre e due figli adolescenti, vive in una cittadina svedese di inizio secolo. Alla morte del marito, la madre si risposa con un pastore protestante che impone ai due bambini rigide regole di vita. La serenità familiare tornerà solo dopo la sua morte.

Modalità d’ingresso al Cinema Spazio Oberdan
Piazza Oberdan Milano
Biglietto intero € 7,50
Ridotto con *Cinetessera € 6
Gratuito per ragazzi dai 16 ai 19 anni
*Cinetessera annuale € 10